Ambasciatori di privacy, in presenza e online un percorso formativo sulla sicurezza informatica rivolto a scuole e famiglie. Coviello docente per incontro sulle Fake News

530
Ambasciatori di privacy
Gloriamaria Paci, presidente Associazione Protezione Diritti e Libertà Privacy APS, ed Emma Petitti, presidente dell’Assemblea Legislativa Emilia Romagna

Ambasciatori di privacy e sicurezza informatica: un percorso per parlare di protezione dei dati in maniera brillante e divertente. L’evento è cosi presentato dall’Associazione Protezione Diritti e Libertà Privacy APS, che lo organizza.

Il progetto è aperto a Dirigenti Scolastici, Docenti, D.S.G.A., Personale ATA, famiglie e studenti della Scuola secondaria di primo grado – Scuola  secondaria di secondo grado – biennio/triennio.

Una serie già iniziata di incontri proseguirà nei prossimi mesi del 2023 in presenza presso l’Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo di Rimini con possibilità di partecipazione on line previa iscrizione obbligatoria ai contatti dell’associazione.

Al corso in programma il prossimo 8 febbraio e dedicato al tema delle Fake News, sarà docente il direttore di ViPiù Giovanni Coviello.

Gli organizzatori spiegano: “La partecipazione al percorso formativo gratuito, comprensivo di un colloquio orale finale, consentirà di ricevere l’attestato e l’iscrizione al registro Ambasciatori di privacy e sicurezza informatica. 

Si tratta di un riconoscimento che potrà essere utilizzato nella realtà scolastica di appartenenza, nonché nella società civile quale testimonianza della volontà di contribuire fattivamente alla valorizzazione e sensibilizzazione della cultura sulla normativa in materia di protezione e sicurezza dei dati personali.  

Ambasciatori di privacy
Gloriamaria Paci, presidente Associazione Protezione Diritti e Libertà Privacy APS, ed Emma Petitti, presidente dell’Assemblea Legislativa Emilia Romagna

Aderendo ed abbracciando l’approccio sperimentale della didattica del peer to peer, letteralmente educazione tra pari, chi si forgerà del riconoscimento avrà il ruolo di educatore nei riguardi di coetanei o adulti e dovrà impegnarsi e dimostrare concretamente, come utilizzerà le conoscenze  acquisite. Il mantenimento dell’iscrizione nel registro “Ambasciatori di privacy e sicurezza  informatica” richiederà che si realizzino percorsi o progetti in cui l’ambasciatore divenga un punto  di riferimento per quelle realtà che vorranno sperimentare lo stesso percorso. In questo modo si  allargheranno le trame della rete educativa con una proiezione sempre più alta e diffusa della  cittadinanza attiva.

Tutti i relatori, seppur con competenze e professionalità diverse fra loro in ambito giuridico, tecnico–informatico, psicologico ed antropologico, con taglio fortemente pratico ed avvalendosi di esempi e testimonianze, si confronteranno ed apriranno un dibattito sul concetto di come la protezione dei dati personali, quale diritto costituzionalmente riconosciuto, è connesso al concetto del sé e rispetto personale e collettivo. Dibattito che assume la forma di relazione dialogica tra le parti di tutta la  comunità educante in un circolo educativo virtuoso di coscienze responsabili”.

E ancora, l’associazione Protezione Diritti e Libertà Privacy APS, aggiunge: “Gli incontri per gli studenti ed i familiari, in particolare, saranno un’occasione per affrontare i temi  afferenti il contrasto al fenomeno del cyberbullismo, del revenge porn, e più in generale la pornografia non consensuale con un linguaggio ed un approccio non tecnico ma proprio dei ragazzi. Altrettanto utili i temi relativi alla cybersecurity e all’utilizzo consapevole delle nuove  tecnologie. Materie di grande interesse per il mondo della scuola che coinvolgono la lingua italiana, il diritto, l’informatica e l’educazione civica”.

Maggiori informazioni sul calendario ed i relatori potranno essere richieste a Associazione Protezione Diritti e Libertà Privacy APS – 0541- 1795431 – Gloria Paci 3475244264 – Mail segreteria@associazionedirittiprivacy.it