Ambulatorio Infertilità, al San Bortolo di Vicenza un aiuto per la vita

301
Ospedale San Bortolo Vicenza Ulss 8 Berica Giornata mondiale contro Aids Influenza H1N1 a ambulatorio infertilità liste d'attesa droga in discoteca Leopoldo Ciato Ragazza non vedente Investito nel parcheggio del Senegalese ferito da sparo vittima di satanisti
Ospedale San Bortolo Vicenza Ulss 8 Berica

È stato attivato all’ospedale San Bortolo di Vicenza il nuovo Ambulatorio per l’Infertilità a a cura dell’Ulss 8 Berica. La struttura sanitaria punta così a fornire un riferimento per tutte le coppie residenti nel territorio vicentino che riscontrano difficoltà nella procreazione.

L’azienda sanitaria spiega che la presa in carico della coppia avviene attraverso un primo inquadramento generale e l’effettuazione di tutti gli esami di primo livello per accertare e individuare eventuali fattori che possano essere di ostacolo alla gravidanza. Sulla base delle informazioni così raccolte, l’ambulatorio per l’Infertilità potrà quindi indirizzare la coppia verso il percorso più appropriato.

Il responsabile della struttura è Andrea Serena, che ha rimarcato un dato fornito dall’Istituto Superiore di Sanità: attualmente in Italia circa il 15% delle coppie ha problemi di infertilità, che possono riguardare l’uomo, la donna oppure entrambi. “Come per tutte le patologie – ha commentato il responsabile dell’ambulatorio -, è importante innanzitutto riconoscere che esiste un problema clinico e individuare le cause, per valutare poi il percorso più appropriato”. 

L’Ulss 8 si dice convinta che l’ambulatorio per l’Infertilità si integrerà con l’offerta assistenziale prevista dalla Regione Veneto, che per la Provincia di Vicenza prevede la presenza di un centro di Procreazione Medicalmente Assistita presso l’ospedale di Santorso.

La direttrice generale Giuseppina Bonavina ha sottolineato questo aspetto, rimarcando anche l’importanza, per le persone interessate al servizio gratuito, di poterlo svolgere “presso il loro ospedale”, con il quale c’è un rapporto di fiducia.

Conclude Marcello Scollo, direttore di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale di Vicenza: “La creazione di un ambulatorio pubblico di infertilità ha l’obiettivo di individuare le cause dell’infertilità, eventualmente proporre terapie mediche o chirurgiche atte a rimuoverne, ove possibili, le cause e indirizzare eventualmente le coppie al percorso più adeguato per raggiungere il concepimento e la gravidanza”.