Amministrative Vicenza 2023 H24, 27 aprile: Formisano e Bardin, Balbi e Dal Pra Caputo, Rucco, Zoppello, Cicero

1284
Elezioni amministrative Vicenza 2023
Elezioni amministrative Vicenza 2023

Questa pagina unica e aggiornata frequentemente è dedicata alle note che ci arrivano in ore di attività della redazione riguardanti le elezioni amministrative di Vicenza (semplicemente Amministrative Vicenza 2023). Eventuali comunicati successivi alla chiusura delle attività di redazione saranno integrati nella pagina di competenza il giorno successivo. Le note utilizzate in specifici articoli non compaiono in questa sezione dove non pubblichiamo neanche quelle relative, a nostro giudizio, solo a battibecchi e polemiche fatue oppure di lunghezza chilometrica non adatta a lettori web.

Invitiamo i candidati a inviarci note e i lettori commenti a redazione@vipiu.it per un’eventuale pubblicazione, purché siano firmati e rispettosi del civile confronto.

Le note del giorno 27 aprile sulle Amministrative Vicenza 2023

Ore 12.11 amministrative Vicenza 2023

PD, Civici con Possamai critici sul livello di sicurezza di Vicenza

“Anche solo per i risultati sulla sicurezza, o meglio per i non risultati, il sindaco uscente Rucco avrebbe fatto meglio a rinunciare a ricandidarsi. Nella sua propaganda racconta una città di fantasia, ma la realtà che conoscono i cittadini è ben diversa: sotto la sua amministrazione il degrado è aumentato”. È il giudizio lapidario del Partito Democratico e della lista Civici con Possamai.

“Dall’inizio della campagna stiamo tracciando un bilancio critico dei risultati di 5 anni di amministrazione Rucco sui vari temi cittadini. E proprio sulla sicurezza, su cui l’attuale sindaco aveva costruito la sua intera campagna elettorale del 2018, si registra – spiegano Federico Formisano e Massimo Bardin – il massimo fallimento. I cittadini ci segnalano ogni giorno la loro preoccupazione per il degrado sociale e urbano che Vicenza sta conoscendo in questi anni. C’è un evidente scollegamento tra la percezione diffusa e la rappresentazione che sembrano averne a Palazzo Trissino, da dove forse tanti problemi risultano lontani e invisibili. Basti pensare al dato risibile che si sono inventati e che hanno inserito nel loro programma elettorale: che cioè oltre il 75% dei vicentini sarebbe contento e anzi entusiasta di come vanno le cose sul fronte della sicurezza. Non è quello che sentiamo noi ogni giorno”.

PD e Civici con Possamai criticano in particolare un aspetto del bilancio di questi 5 anni: l’aumento del degrado urbano, con pezzi di città progressivamente finiti ai margini. “L’ex carcere di San Biagio, l’ex Lanerossi, la paura di lasciare l’auto in parcheggi quali ad esempio il “Cattaneo” o il “Canove”, la mancanza di sufficiente illuminazione pubblica in molte zone della città, i parchi trasformati in bivacchi o luoghi di spaccio – spiegano Formisano e Bardin – sono solo alcune delle aree critiche della nostra città.

Con un effetto sociale doppiamente negativo: da un lato cresce il numero dei luoghi “persi”, a cui la città ha rinunciato; dall’altro cresce l’insicurezza, specie per anziani, donne, bambini, il cui diritto di vivere la città in piena libertà e tranquillità viene calpestato. Quanto a luoghi centrali come Campo Marzo, solo Rucco può affermare senza ridere che i problemi siano risolti e il parco addirittura rinato”.

“Parcheggiatori abusivi, vandalismi, risse, occupazioni di stabili abbandonati: il bilancio di questi 5 anni sulla sicurezza e il decoro urbano è in perdita. Ma Rucco si vanta delle 2000 multe fatte ai senzatetto, come se fossero un risultato utile, o dei 20 mila euro di soldi pubblici spesi per addestrare e ospitare in una pensione specializzata il cane antidroga che fin qui non è servito a niente. L’amministrazione fa proclami e snocciola numeri, ma i vicentini – concludono Formisano e Bardin – vedono ogni giorno per le strade e nei quartieri un’altra realtà: sulla sicurezza, Rucco ha totalmente deluso le roboanti promesse elettorali di 5 anni fa”.

Massimo Bardin, Civici con Possamai
Federico Formisano, Partito Democratico

Ore 13.34 amministrative Vicenza 2023

Balbi e Dal Pra Caputo: “Sblocchiamo il potenziale di Vicenza. Quattro esempi di luoghi a cui dare vita”

“Cos’hanno in Comune Porta Santa Croce, la Torre della Rocchetta, il Cantiere Barche e la Loggetta Valmarana? Sono tutte e quattro aree, di proprietà del Comune, che attualmente sono inutilizzate. Tutto questo accade mentre, da parte delle associazioni culturali della città, vi è una forte richiesta di spazi pubblici dove poter realizzare incontri, mostre ed eventi di interesse”. Così intervengono i candidati del Partito Democratico Cristina Balbi e Stefano Dal Pra Caputo sul rilancio di luoghi di proprietà comunale che attualmente sono inutilizzati.

“Il caso più emblematico è sicuramente quello della Loggia Valmarana ai Giardini Salvi. Dopo la conclusione del restauro, avvenuta oltre quattro anni fa, il 15 marzo del 2019, il luogo è rimasto sostanzialmente chiuso ai cittadini vicentini e ai turisti. Un luogo che, già aprendo una piccola porzione che dà sul fiume, potrebbe offrire una nuova e accattivante visuale della nostra città”.

“Se la Loggia Valmarana è probabilmente il luogo più complesso, ma anche quello più affascinante, dove poter realizzare mostre, il discorso cambia per altri tre luoghi della città. Porta Santa Croce, Torre della Rocchetta e Cantiere Barche. Tutti questi tre – accessibili e utilizzabili – potrebbero essere utilizzati sin da domani per realizzare incontri, mostre ed eventi di qualità. Ma, com’è accaduto in questi anni, a quest’amministrazione è mancata la fantasia e la forza di sbloccare progettualità diverse per la città”.

Cristina Balbi, Partito Democratico
Stefano Dal Pra Caputo, Partito Democratico

Ore 13.45 amministrative Vicenza 2023

Francesco Rucco (candidato sindaco centrodestra): “Siamo la città del Palladio. Con la tecnologia aiuteremo cittadini e architetti a semplificare”.

Francesco Rucco Generazione Z amministrative vicenza 2023
Francesco Rucco

“Siamo la città del Palladio e dobbiamo essere anche nella vita quotidiana all’altezza della nostra storia”. Lo afferma il sindaco di Vicenza Francesco Rucco, ricandidato del centrodestra, che lancia la linea di azione per i prossimi 5 anni per migliorare il percorso per le ristrutturazioni per cittadini e architetti.

“In questi anni, anche su stimolo dell’Europa nella direzione della sostenibilità ambientale in tutte le città come Vicenza, abbiamo visto come giustamente tantissimi cittadini hanno scelto di intervenire per ristrutturare le loro case e favorire la transizione verso minori consumi energetici e abitazioni più moderne.

Che questo implicasse l’opportunità del 110% oppure altre che ci ha offerto anche la Regione Veneto e che noi come Amministrazione abbiamo cercato di far cogliere ai vicentini e agli architetti che li hanno seguiti e li seguono. Abbiamo anche creato 3 anni fa in piena fase covid una task force dedicata con 4 persone dell’Ufficio Tecnico alle pratiche edilizie del SuperBonus. Adesso però abbiamo preparato per i prossimi 5 anni un piano di azione operativo che aiuti a semplificare ancora di più procedure e tempi a vantaggio si cittadini e professionisti.

Il cuore del nuovo piano di azione che chiameremo Palladio 2023 è la tecnologia. Abbiamo deciso infatti di intervenire decisamente sulla riduzione dei tempi di accesso alla documentazione per le pratiche edilizie e di farlo attraverso tre scelte tecnologiche da terzo millennio. Prima cosa unificheremo le banche dati per semplificare la ricerca delle pratiche indispensabili per i lavori.

In secondo luogo digitalizzeremo l’intero archivio delle pratiche edilizie che per la storia di Vicenza rappresenterà un salto di qualità per professionisti e cittadini storico. Terza azione sarà rendere accessibili in modo semplice le pratiche edilizie attraverso un portale on line che consenta di gestire sia le richieste di accesso che la consultazione dei documenti. E su queste tre strade abbiamo anche già individuato le risorse.

Dopodichè per ridurre invece il tempo di gestione delle pratiche edilizie stiamo lavorando ad una semplificazione della normativa tecnica, a favorire un miglior coordinamento tra gli uffici comunali competenti e soprattutto aumentare il personale dedicato negli uffici tecnici, che già in 5 anni abbiamo incrementato del 20% ad esempio nell’edilizia privata. Se davvero vogliamo migliorare l’aria della nostra città e insieme favorire le tasche dei vicentini con un risparmio serio delle bollette e aumentare anche il valore delle nostre case non possiamo farlo con il numero di persone e con l’organizzazione del secolo scorso. Questa strada ci consentirà davvero di dimostrare nella quotidianità che siamo la città del Palladio e che sappiamo proiettare la nostra storia nel migliore futuro dei nostri figli”.

Francesco Rucco, candidato sindaco centrodestra

Ore 14.02 amministrative Vicenza 2023

Lucio Zoppello (candidato sindaco Rigeneriamo Vicenza): “L’aria che respiriamo è irrespirabile”

Tav Vicenza, Lucio Zoppello: infiltrazioni criminali
Lucio Zoppello: infiltrazioni criminali

“Ancora una volta, e capita ormai con cadenza semestrale da 15 anni, viene certificato che l’aria che respiriamo è irrespirabile. Le amministrazioni che si sono succedute non sono andate oltre il compitino dei blocchi del traffico e delle altre iniziative previste dall’accordo sul bacino padano. I risultati sono impietosi. Anche in questo caso serve una svolta radicale – tuona il candidato sindaco Lucio Zoppello -.

Se davvero vogliamo toglierci dalla maglia nera delle città più inquinate d’Europa, servono interventi strutturali e radicali, e non palliativi o addirittura una riduzione delle misure, e faccio un riferimento molto specifico alla diminuzione dei passaggi delle autobotti comunali per il lavaggio delle strade: se la polvere si deposita sull’asfalto, il passaggio delle auto la solleva, e di conseguenza senza lavaggio la concentrazione di polvere diventa esponenziale.

Per Rigeneriamo Vicenza il miglioramento della qualità dell’aria, l’abbattimento delle polveri sottili ma anche del rumore sono obiettivi primari ed indifferibili, che non vanno lasciati alle iniziative romane o milanesi, figlie di interessi di partito, ma a programmi specifici per la città di Vicenza; i nostri sono:
– la riqualificazione progressiva dei parcheggi pubblici con piantumazione di alberi e arbusti;
– la dotazione di un albero ogni 4 posti auto in ogni nuovo parcheggio pubblico e privato;
– la creazione e/o riqualificazione di viali alberati, possibilmente con piantumazioni in aiuole;
– la redazione del piano del verde con allegato il relativo prontuario;
– lo stanziamento nel bilancio comunale di adeguati fondi per la manutenzione del verde;
– la predisposizione di una linea guida per la redazione del bilancio CO2, ora per i piani attuativi ma in futuro anche per gli interventi diretti, al fine di incrementare la qualità ambientale delle realizzazioni in edilizia;
– la predisposizione di un regolamento acustico, per regolamentare esercizi pubblici e attività di intrattenimento nel rispetto dei residenti, senza imbrigliare le attività commerciali e gli spazi/eventi per i giovani e i meno giovani, in particolare nel centro storico.

La qualità dell’aria è strettamente legata al risparmio energetico e pertanto all’incentivazione all’uso delle energie rinnovabili, che vedono quindi prioritariamente l’incentivazione alla realizzazione delle comunità energetiche.

Altresì la piantumazione arborea resta sempre di primaria importanza: gli alberi, assorbono acqua, puliscono il terreno, trattengono acqua e terreno evitando smottamenti, assorbono inquinanti dall’aria, ostacolano polveri e diffusione del rumore, mitigano le isole di calore garantendo ombra e abbassando la temperatura dell’aria circostante, offrono riparo a insetti e volatili perciò particolare attenzione sarà posta alla realizzazione dei boschi urbani, in primis quello che prevediamo al posto del PP10 a Laghetto,da realizzare in ogni quartiere, spazi verdi liberamente fruibili e che possano diventare anche spazi di aggregazione”.

Lucio Zoppello, candidato sindaco Rigeneriamo Vicenza

Ore 18.39 amministrative Vicenza 2023

Claudio Cicero, candidato sindaco Impegno a 360°: promesse di Rucco del 2018

Vedo con piacere che negli ultimi venti giorni in città stanno comparendo cantieri per la manutenzione  delle strade  con la stessa  rapidità con la  quale i boschi si  riempiono di funghi in autunno. Ovviamente qualche persona maligna penserà che si tratti di opportunistiche manovre elettorali. Invece io credo che l’avvicinarsi delle elezioni abbia semplicemente fatto bene al sindaco uscente, che sembra essersi improvvisamente svegliato da un sonno profondo tanto da offrire alla città, assieme ai lavori pubblici in extremis, tutta una serie di idee innovative come quella per la realizzazione di “isole ecologiche interrate”. A questo punto viene da pensare che sia opportuno votare per il rinnovo delle cariche comunali almeno una volta all’anno: potrebbe essere la strategia migliore per vedere in futuro tutto quello che non  si è nemmeno intravisto nei  cinque anni appena trascorsi. Stiano però attenti gli elettori! Nel programma del 2018 erano previsti tra gli altri:

(dalle linee programmatiche di mandato 2018/2023 presentate ed approvate in consiglio comunale )

2.2.1 Rivedere completamente il progetto AV/AC con particolare attenzione all’impatto sul territorio delle nuove infrastrutture ferroviarie previste dal progetto attuale.

2.3.1 Attivare un’applicazione mobile (app) per la segnalazione georeferenziata (con foto e video) di guasti e altre problematiche, supportata da una squadra di pronto intervento tecnico

3.1.3 Definire nuove destinazioni per i grandi contenitori attualmente abbandonati (es. ex Camera di Commercio, ex Banca d’Italia, ex Cinema Corso, ecc.)

3.4.3 Sostituire progressivamente i contenitori più vecchi e usurati con contenitori più moderni e meno impattanti, valutando la possibilità di creare apposite “isole ecologiche” che riducano la presenza di cassonetti a bordo strada o sui marciapiedi

Chissà se, nei prossimi quindici giorni, tutte queste belle cose allora generosamente promesse troveranno compimento …

Claudio Cicero, candidato sindaco Impegno a 360°


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023

Qui le note pervenute su Amministrative Vicenza H24