Detenzione illegale di arma da fuoco e minacce aggravate a moglie e figli, Carabinieri di Montecchio Maggiore: arrestato residente a Sovizzo del 1981

384
Carabinieri di Montecchio Maggiore in azione
Carabinieri di Montecchio Maggiore in azione

Alle prime ore di questa mattina i militari della Tenenza dei Carabinieri di Montecchio Maggiore (qui altre notizie sui carabinieri, ndr) del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Vicenza, con il supporto degli altri assetti della Compagnia Carabinieri di Valdagno, hanno tratto in arresto un uomo classe ’81, residente in Sovizzo, per detenzione illegale di arma da fuoco e minacce aggravate.

Attorno alle ore 07:30 giungeva una attivazione presso la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Valdagno che segnalava che un uomo stava minacciando in casa con una pistola la moglie convivente ed i figli. I militari quindi intervenivano tempestivamente sul posto al fine di bloccare la situazione di estremo pericolo in atto.

Nel corso dei concitati momenti successivi all’intervento dei Carabinieri di Montecchio Maggiore, la donna riusciva a sottrarre la pistola al marito, favorita dalle condizioni di semi incoscienza dell’uomo, defilandosi dall’abitazione con i figli.

Gli operanti, messi in sicurezza donna e bambini, riuscivano quindi a bloccare l’uomo nell’atto di uscire dalla propria abitazione a distanza di pochi minuti. L’uomo, resosi conto di quanto accaduto, non opponeva resistenza.

Nel corso della conseguente perquisizione domiciliare venivano rinvenute due accette ed una mazza da baseball nella disponibilità dell’uomo. Tutte le armi venivano quindi poste sotto sequestro.

L’Autorità Giudiziaria informata dell’avvenuto arresto disponeva l’associazione in carcere dell’uomo che dovrà rispondere di minacce aggravate e possesso illegale di arma da fuoco.