Due operai italiani sono stati vittima di infortunio sul lavoro oggi, in una fabbrica del settore chimico di Arzignano.

I due lavoratori, equipaggiati con dispositivi di sicurezza – secondo quanto trapelato – erano intenti ad effettuare delle saldature all’interno di due cisterne quando si sarebbero sentiti male e avrebbero perso conoscenza.

Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con lo Spisal e i sanitari del Suem 118 di Vicenza. Sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine per stabilire quale possa essere stata la causa dell’infortunio.

I due operai sono stati rianimati sul posto e trasportati agli ospedali di Vicenza e di Arzignano. Sul posto stanno operando anche i Carabinieri della compagnia di Valdagno.