Arzignano, Nicolò Sterle e consiglieri di opposizione: nomina cda Acque del Chiampo, confermati amici e parenti

2458
Acque del Chiampo
Acque del Chiampo
Nelle scorse settimane abbiamo appreso dalla stampa della “conferma in blocco”, avvenuta in sede di Assemblea dei Soci dell’attuale Consiglio di Amministrazione della società Acque del Chiampo, della quale, come noto, il Comune di Arzignano nella persona del Sindaco Alessia Bevilacqua è l’azionista di maggioranza.
In merito non abbiamo ricevuto avviso alcuno da parte del Sindaco e auspicavamo che perlomeno una comunicazione ufficiale ci fosse data nel corso dell’appena trascorso Consiglio Comunale del 29 maggio. Come facilmente intuibile, purtroppo ciò non è avvenuto.
All’interno del Cda confermato figurano Renzo Marcigaglia in qualità di Presidente, padre dell’attuale Vicesindaco e segretario della locale sezione della Lega Enrico Marcigaglia e Guglielmo Dal Ceredo, vice segretario della già citata locale sezione Lega.
Di fronte a ciò vi è poco di nuovo da commentare, il sindaco Bevilacqua non si smarca dal mantenere viva la tradizione, che affonda le sue radici nel primo mandato Gentilin, di nominare amici politici e parenti all’interno di enti e società.
È bene quindi ricordare, oltre alla sopracitata famiglia Marcigaglia, che Antonio Fracasso, padre dell’ attuale assessore Giovanni, fu nominato alla guida di Arica prima e Acque del Chiampo poi proprio da Giorgio Gentilin, già sindaco, nominato l’anno scorso dal Sindaco Bevilacqua alla guida di Arica, senza dimenticare che la figlia di Gentilin, Silvia, fu a sua volta inserita nel Cda della Casa di Riposo Scalabrin.
Al termine di questa sequela verrebbe da aggiungere solo “che al mercato mio padre comprò” citando Branduardi.
Insomma la serie di queste nomine negli anni, che ricorda un po’ una “Fiera dell’est”, si dimostra oltre che poco opportuna, giacché si preferisce anteporre i legami di conoscenza e familiarità alla competenza e alla trasparenza, anche poco fantasiosa. Per le prossime nomine ci aspettiamo perlomeno zie, sorelle e cugini, data l’attuale indisponibilità dell’amministrazione Marcigaglia- Bevilacqua a poter indire un avviso pubblico trasparente e condiviso con i cittadini (come da noi proposto a inizio mandato), che darebbe la possibilità di selezionare figure competenti che darebbero un contributo positivo alla società e conseguentemente a tutti gli utenti, anche se non possono vantare legami di amicizia o parentali con i sopracitati amministratori locali.
I Consiglieri di opposizione
Mattia Pieropan
Anna Sartori
Gino Tarperi
Alessia Pasetto
Nicolò Panarotto