Autonomia, Camani (Pd): “Zaia esclude il Consiglio regionale da ogni discussione. Necessario confronto su futuro assetto istituzionale”

329
Il 23 gennaio 2024, è stato approvato il disegno di legge sull’autonomia differenziata dal Senato
Il 23 gennaio 2024, è stato approvato il disegno di legge sull’autonomia differenziata dal Senato
Vanessa Camani, capogruppo del Pd in Consiglio regionale del Veneto, critica aspramente il presidente Zaia per aver delineato i futuri assetti istituzionali della regione senza coinvolgere l’assemblea legislativa, nonostante la rilevanza del tema dell’autonomia.

Vanessa Camani sull'autonomia differenziata
Vanessa Camani, capogruppo del Pd Veneto

Camani sottolinea che l’ultima volta che l’assemblea si è occupata di autonomia è stato subito dopo il referendum, ma da allora sono intervenuti cambiamenti significativi, inclusa l’introduzione di una nuova legge con modalità completamente diverse. Per Camani, è essenziale che Zaia ritorni in Consiglio per un confronto approfondito e per delineare un chiaro indirizzo su questo tema cruciale, in nome del rispetto istituzionale.

La capogruppo del Pd evidenzia inoltre che, nonostante il presidente abbia legittimamente consultato esperti e stakeholder nei mesi recenti, non si è visto alcun coinvolgimento diretto del Consiglio e delle commissioni. Questo atteggiamento superficiale, secondo Camani, non può essere più tollerato, specialmente ora che una nuova fase si è aperta in merito all’autonomia regionale.