Avventori poco raccomandabili e reati in aumento: il Questore chiude per dieci giorni l’Isola del Tesoro di Vicenza

145
Il locale chiuso per dieci giorni dal questore di vicenza
Il locale sottoposto a chiusura per dieci giorni

Presenze poco raccomandabili segnalate dai residenti e aumento dei reati nel quartiere: per tali ragioni, dopo diversi controlli effettuati dalle forze dell’ordine, il Questore di Vicenza Dario Sallustio ha sospeso per dieci giorni la licenza del pubblico esercizio “L’Isola del tesoro S.N.C.” di via Quintino Sella a Vicenza, con contestuale chiusura dello stesso per il medesimo periodo. Per la durata del provvedimento quindi il locale dovrà restare chiuso e non potrà somministrare o vendere alimenti e bevande o esercitare commercio al dettaglio di prodotti alimentari e non alimentari, così come l’attività dei giochi leciti.

Il provvedimento di chiusura è stato adottato ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, dopo che in più occasioni le attività di controllo delle Volanti della Questura, della Polizia Locale e dei Carabinieri di Vicenza avevano portato alla luce numerose irregolarità.

La chiusura dell’Isola del Tesoro

In particolare, il 17 gennaio, il 19 marzo ed il 24 giugno di quest’anno, nel corso di controlli mirati, anche in seguito a numerose segnalazioni ed esposti dei residenti, sono stati identificati all’interno e nelle immediate vicinanze del locale diversi avventori (18 al primo controllo, 10 al secondo, 13 al terzo) con numerosi precedenti penali e/o di Polizia, anche per reati particolarmente gravi (armi, stupefacenti, reati contro il patrimonio e contro la persona).

In occasione del controllo del 24 giugno, la Polizia Locale di Vicenza, impiegando l’unità cinofila antidroga, aveva rinvenuto anche della sostanza stupefacente nelle vicinanze di un armadio posto nell’antibagno del locale, ove ha trovato anche una pipa artigianale, utilizzabile presumibilmente per fumare crac, ancora tiepida perché verosimilmente usata da poco e precipitosamente abbandonata a causa del controllo di Polizia. Nello stesso contesto, uno degli avventori, un cittadino straniero di anni 25, ha consegnato agli agenti spontaneamente della sostanza stupefacente per uso personale (sostanza poi sottoposta a sequestro amministrativo).

La zona intorno al locale nell’ultimo periodo stava facendo registrare un certo aumento di episodi criminosi, specialmente rapine, furti, spaccio di sostanze stupefacenti, con conseguente allarme sociale, preoccupazione dei cittadini ed aumento delle condizioni di degrado.

Pertanto, al fine di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore di Vicenza ha adottato il provvedimento di sospensione per la durata di 10 giorni.