Bacino di laminazione sul fiume Bacchiglione a Vicenza: tutto pronto per l’inaugurazione. Sarà presente il governatore Zaia

300
Bacino di laminazione di Viale Diaz sul fiume Bacchiglione

Inaugurazione del Bacino di laminazione sul fiume Bacchiglione, a monte di viale Diaz, nel Comune di Vicenza: ci siamo. L’evento, organizzato dalla Regione Veneto è in programma giovedì 11 aprile 2024, a partire dalle 12 e 30, con ingresso da viale Arturo Ferrarin.

Per l’occasione saranno presenti il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, e l’assessore alla Protezione civile e dissesto idrogeologico, Gianpaolo Bottacin.

Il Bacino di laminazione di Viale Diaz sul fiume Bacchiglione ha una superficie di 80 ettari, comprende quattro casse di espansione e una golenale per un totale di 1,2 milioni di metri cubi. 

C’è molta attenzione attorno all’opera dopo che, nei mesi scorsi, durante l’alluvione di Vicenza dovuta al maltempo che ha funestato l’intera regione, da più parti è stato sottolineato come la presenza e il funzionamento dei bacini di laminazione abbia scongiurato guai ancor peggiori.

Bacino di laminazione di Viale Diaz sul fiume Bacchiglione

A fine febbraio scorso, nel corso di un punto stampa sull’ondata di maltempo in regione, proprio il governatore Zaia aveva detto: “Grazie all’attivazione di bacini di Montebello, Caldogno e Orolo abbiamo evitato che oltre 3 milioni di metri cubi di acqua invadessero Vicenza. Dal 2010, abbiamo realizzato tantissime opere che oggi ci permettono di guardare con più tranquillità alle previsioni del tempo – ha precisato Zaia –. Sto parlando del bacino di Caldogno, di viale Diaz, di quello sull’Orolo e tanti altri. Ricordo il muretto di Soave per il quale abbiamo fatto delle vere e proprie battaglie ma che oggi garantisce di mettere in sicurezza quel territorio. Abbiamo realizzato 13 bacini dei 23 previsti, molti sono i cantieri aperti e presto ne saranno completati altri. Ci serve ancora un miliardo di euro per realizzare altre opere, determinanti in caso di eventi con precipitazioni così elevate”.

Intanto proprio per oggi, in Veneto è stata lanciata l’allerta meteo su diverse aree: Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda, Monti Lessini, bacini del Po, Fissero-Tartaro-CanalBianco e Basso Adige. Fino a oggi pomeriggio sono previste precipitazioni diffuse soprattutto fra Vicentino e Veronese, con temporali e rovesci che potrebbero prendere anche dimensioni abbondanti. Criticità sono segnalate anche sull’alto Trevigiano e il Bellunese. Fra Prealpi, Pedemontana e zona del Garda sono previste forti raffiche di vento; e torna a nevicare sopra i 1.800 metri. La Protezione Civile del Veneto non esclude il rischio di frane dalla montagna alla collina.