Banche: Abi, in Veneto rapine in calo del 50%. Nel 2023 un solo caso, in Provincia di Vicenza

248
vicenza rapina ristorante banca veneto rapine in

Dimezzate le rapine in banca in Veneto. Nel 2023, infatti, è stato compiuto nella regione solo 1 colpo allo sportello contro i 2 del 2022, con un calo del 50%.

È questa la fotografia che emerge dai dati di Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, dai quali risulta anche un calo del fenomeno a livello nazionale: complessivamente, infatti, le rapine allo sportello sono passate da 124 del 2022 alle 80 del 2023 (-35,5%). Nel 2023, cala anche il cosiddetto indice di rischio – cioè, il numero di rapine ogni 100 sportelli – che è passato da 0,6 a 0,4 a livello nazionale e da 0,1 a 0 in Veneto.

L’unica rapina in banca del 2023 nella regione è stata registrata in provincia di Vicenza. A Novembre dello scorso anno è stata rapinata la filiale delle Banche Venete Riunite di via Fondi, nella frazione di Treschè Conca di Roana, sull’Altopiano di Asiago. Tre banditi armati, secondo le prime ricostruzioni, hanno dato l’assalto all’istituto immobilizzando i dipendenti che sono stati legati e bloccati per circa un’ora prima di dare l’allarme.

L’indagine Ossif è stata presentata al convegno Banche e Sicurezza, la due giorni di lavoro sui temi chiave della sicurezza in banca.

Gli investimenti in sicurezza, la Guida antirapina e il protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità in banca

Le banche italiane investono ogni anno circa 500 milioni di euro per rendere le proprie filiali ancora più protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre più moderne ed efficaci e formando i propri dipendenti anche attraverso un’apposita “Guida alla sicurezza per gli operatori di sportello”, realizzata da Ossif in collaborazione con il Ministero dell’Interno e le Prefetture.

La Guida Antirapina è un significativo punto di riferimento per chi opera ogni giorno nelle filiali bancarie: una sorta di vademecum su come comportarsi durante le rapine, ma anche indicazioni utili per prevenirle nonché per agevolare il controllo del territorio e l’attività investigativa delle Forze dell’Ordine.

Grande merito è da attribuire anche al nuovo Protocollo d’intesa tra l’Abi e le Prefetture per la prevenzione della criminalità ai danni delle banche e della clientela che – attraverso dialogo, scambio di informazioni, strumenti di valutazione del rischio e misure di sicurezza – contrasta in modo sempre più efficace il fenomeno criminale delle rapine in banca.