Bassano del Grappa, controlli: Questura di Vicenza dispone 2 fogli di via e 3 allontanamenti

498
controlli straordinari vicenza 1 sicurezza
Controlli straordinari della questura di Vicenza

83 persone identificate, di cui 21 stranieri e 17 con precedenti penali. 46 i veicoli  e 4 gli esercizi pubblici controllati. Sono i dati dei controlli sul territorio di Bassano del Grappa svolti dalla Questura di Vicenza nel weekend appena trascorso.

I provvedimenti del Questore Paolo Sartori nel comunicato stampa.

“Nel corso del fine settimana il Questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori ha disposto, con specifica Ordinanza, una ulteriore fase di servizi straordinari interforze di controllo del territorio nel comprensorio di Bassano del Grappa, ai quali hanno concorso le pattuglie del Commissariato di Pubblica Sicurezza, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale.
In particolare, la predetta operazione di Polizia si è concentrata nelle aree segnalate come luoghi ove si sono verificati episodi di degrado urbano, microcriminalità e spaccio di stupefacenti.
Nella serata di sabato 4 giugno sono stati effettuati 3 Posti di controllo lungo le principali arterie stradali in ingresso ed in uscita dal territorio comunale, in particolare in viale Alcide De Gasperi, via Motton e via Ca’ Rezzonico, nel corso dei quali sono state complessivamente controllate 49 persone e 30 veicoli.
Successivamente le pattuglie si sono spostate presso la Stazione ferroviaria ove sono state identificate 4 persone, nonché in zona Prato Santa Caterina: nel giardino pubblico è stata attentamente monitorata la situazione, anche al fine di prevenire la commissione di episodi delittuosi.
Sono stati poi ispezionati 3 Locali pubblici, oggetto di esposti da parte della cittadinanza per disturbo alla quiete pubblica: all’interno del primo – un centro sportivo – si stava svolgendo una festa di compleanno, mentre in un Bar che si trova nel centro di Romano d’Ezzelino venivano individuate 30 persone; pur non venendo riscontrate irregolarità di alcun genere, i titolari degli Esercizi pubblici venivano inviati a mantenere il volume della musica entro certi limiti proprio in ragione delle lamentele ricevute in più occasioni dai cittadini.
Atteso il considerevole numero di turisti che ha “preso d’assalto” il Centro storico di Bassano, il Questore ha inoltre disposto l’effettuazione di specifici servizi a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica mediante l’impiego di pattuglie appiedate della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia locale, con la finalità di prevenire ogni possibile turbativa e/o azioni illegali.
Complessivamente, durante tutte le varie fasi dei controlli sono state identificate:
83 persone, di cui 21 stranieri e 17 con precedenti penali e/ o di Polizia; 46 veicoli; 4 esercizi pubblici.
Al termine delle attività operative, il Questore Sartori ha quindi adottato i seguenti Provvedimenti: 2 Fogli di Via Obbligatori con obbligo di rientro nel Comune di residenza, a carico di cittadini italiani gravati da precedenti penali e di Polizia, residenti in Comuni diversi e senza alcun titolo per permanere nel territorio del Comune di Vicenza e di Malo;
2 Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri che denotano una spiccata pericolosità sociale a causa di precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura tra cui reati contro la persona, per spaccio di sostanze stupefacenti, ovvero contro il patrimonio; 3 Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di cittadini stranieri con a proprio carico precedenti penali e/o di Polizia di varia natura, non più in possesso dei requisiti richiesti per risiedere in Italia, il Questore ha emesso Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale, con ordine di lasciare il nostro Paese entro 7 giorni. Qualora gli stranieri non ottemperassero, verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine.
Così come nel Capoluogo – ha assicurato il Questore Sartori – anche nei restanti Comuni della Provincia, per il periodo estivo seguiteranno ad effettuarsi questo tipo di attività interforze straordinarie per la prevenzione, il monitoraggio ed il contrasto episodi di degrado urbano e di manifestazioni devianti, soprattutto, ma non solo, in quei contesti urbani ove è prevista una consistente affluenza di turisti”.