“Dalle elezioni nel Land tedesco dell’Assia arriva l’ennesima sonora bocciatura per il governo nazionale della Merkel e per il suo vecchio sistema di potere basato, tanto in Germania quanto in Europa, sull’inciucione tra Popolari e Socialisti”, scrive nella nota che pubblichiamo la capogruppo della Lega al Parlamento Europeo Mara Bizzotto che aggiunge: “La netta sconfitta elettorale della CDU della Merkel che fa il paio con quella rimediata in Baviera dai suoi gemelli della CSU due settimane fa, e la debacle dei socialdemocratici”.

“Le due sconfitte – conclude Bizzotto – segnano l’inizio del terremoto politico che anche in Germania metterà presto la parola fine al vecchio establishment di potere abbarbicato attorno a Frau Angela. Siamo al preludio di quella grande rivoluzione politica che alle Europee 2019 cambierà totalmente il quadro politico dell’Europa”

Ai commenti di Bizzotto dall’altra parte della “barricata” si aggiunge il verde Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola ed esponente del PD, che commenta: Terremoto politico anche in Assia con il forte balzo in avanti dei Grünen. Li vota chi vuole un’economia più a misura d’uomo e una nuova politica per l’ambiente, l’Europa, il futuro. Per chi suona la campana in Italia? Martedì 30 ottobre, alle ore 11, Symbola con Unioncamere presenteranno il rapporto GreenItaly 2018 che misura la forza della green economy in Italia “.