Blitz contro nuova Mala del Brenta, plauso presidente Regione Veneto Zaia: “molti veneti vivono più tranquilli”

792
carabinieri Venezia Mala del Brenta
carabinieri Venezia Mala del Brenta

“La giornata si apre bene, con l’ennesima vittoria della legalità sulla criminalità. Complimenti e grazie da tutti i Veneti per bene ai Ros dei Carabinieri e alla Procura Antimafia, che hanno sgominato una banda composta da vecchi pregiudicati e nuovi malavitosi che agivano per arrivare al controllo del territorio”. Con queste parole, il Presidente della Regione, Luca Zaia, plaude in un comunicato all’operazione del Ros e della Procura Antimafia, con un’ottantina di indagati e 39 arresti nella notte contro la cosiddetta nuova Mala del Brenta.

“Le prime notizie aggiunge Zaia sulla nuova mala del Brenta – parlano di droga, estorsioni, armi rapine e mancate vendette maturate nel mondo del crimine. Un mix devastante, per la legalità, ma anche per la serena convivenza sociale di un vasto territorio, che poteva avere conseguenze sempre più gravi. Averlo stroncato è una delle più importanti operazioni messe a segno dalla Forze dell’Ordine e dagli inquirenti negli ultimi tempi”.

“Stamattina – conclude Zaia a proposito della maxi operazione contro quella che è stata definita come nuova Mala del Brenta – una vasta parte del territorio veneto sa di poter vivere più serenamente; sa che il crimine non si arrende, ma che i tutori dell’ordine non arretrano di un centimetro”.