Il Consiglio di amministrazione del gruppo Agsm Aim, premette nella sua interpellanza sul caro bollette Raffaele Colombara, consigliere comunale di Vicenza per la lista “Quartieri al centro –  ha approvato il bilancio del 2021.

Quasi due miliardi di euro di ricavi, con un più 59% rispetto al 2020. L’utile netto è cresciuto del 60%. Un bilancio che odora da lontano di propaganda elettorale e che andremo ad analizzare non appena i dati saranno resi pubblici, perché il nostro timore è che l’Azienda sia ora sottoposta ad una mungitura che la porterà allo sfinimento irreversibile.

Inoltre, a parte il fatto che questi risultati sono paragonati al 2020, anno terribile per il Covid, ci preme segnalare che sono prodotti da asset come l’eolico, l’idroelettrico e il fotovoltaico preesistenti la gestione Rucco-Vivian. E ricordiamo che proprio l’amministrazione Rucco, che ora si ascrive questi successi, era molto restia ad approvare l’acquisizione di quel parco fotovoltaico che nel 2021 ha reso quasi tre volte i margini storici. Solo grazie alla determinazione dell’attuale minoranza ora possiamo godere, lato Vicenza, di quegli utili.

Tutto ciò ad onore della verità che è bene, questa sì, non addomesticare.

Ma torniamo al tema delle bollette.

Il sindaco Rucco, al quale abbiamo chiesto più volte in questi mesi, senza risposta, come intendesse utilizzare queste risorse per aiutare le famiglie ed attività economiche della città alle prese con bollette insostenibili, in questi giorni ha genericamente ripetuto che buona parte degli utili extra chiesti ad AGSM AIM sarà destinato al caro bollette delle famiglie.

Tutto bene?

Innanzitutto, che l’Amministrazione a distanza di mesi non abbia ancora deciso con precisione le risorse per affrontare il problema impellente che si trovano ad affrontare oggi i Vicentini, la dice lunga sul pressapochismo che regna a Palazzo Trissino. Intanto le bollette sono arrivate e bisogna pagarle: non bastano generiche rassicurazioni, ma scelte concrete e dati precisi.  Chiediamo pertanto che non solo una parte, ma TUTTO l’extra dividendo AGSM AIM sia destinato al sostegno dei vicentini; e che siano individuate anche altre risorse.

Inoltre, l’Amministrazione Rucco, tutta assorbita a sistemare amici e sodali di partito nelle decine di presidenze create ad hoc nei CdA della nuova AGSM AIM, con tanto di aumenti dei rispettivi compensi, dovrebbe manifestare almeno altrettanta solerzia nei confronti dei numerosi cittadini che ancora oggi chiedono di poter accedere al bonus del Comune, chiuso a metà aprile e riaprirlo immediatamente.

Infine, di fronte alle tante attività produttive in difficoltà a causa del caro bolletta, e che l’amministrazione Rucco ha sempre detto di voler sostenere, si destinino anche per queste risorse finanziarie concrete.

Tutto ciò premesso, si

CHIEDE

all’amministrazione di:

  • utilizzare tutto l’extra dividendo AGSM AIM e trovare modo di incrementarlo;
  • riaprire il bando per il bonus famiglie, contributo per utenze domestiche, a quanti non hanno potuto iscriversi entro il 13 aprile 2022;
  • aprire gli aiuti anche alle numerose attività economiche del territorio.

Raffaele Colombara

Consigliere comunale
Lista “Quartieri al Centro

Comune di Vicenza

Vicenza, 29 aprile 2022