Centri estivi Vicenza, da giugno a settembre 31 proposte tra giochi, sport, musica e teatro

516
centri estivi vicenza

Sport, teatro, musica e tanto divertimento sono al centro del programma dei centri estivi ricreativi di Vicenza proposti dal Comune per l’estate 2023. Sono in tutto 31 le iniziative ludiche, sportive e culturali contenute nel progetto dal titolo “Giocare insieme” e realizzate dall’amministrazione in collaborazione con 26 enti tra società sportive e associazioni cittadine.

Come ogni anno, per andare incontro alle famiglie e agevolare forme di mobilità sostenibile, in ogni circoscrizione sarà presente almeno un centro estivo. Le attività, per bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni, si svolgeranno da giugno a settembre, dal lunedì al venerdì, per mezza giornata o giorno intero.

Oltre ai 31 centri estivi del programma “Giocare insieme”, che aderiscono al progetto educativo e organizzativo comunale, per arricchire l’offerta formativa ci saranno anche alcune proposte predisposte in collaborazione con l’amministrazione da Gallerie d’Italia, Confindustria Vicenza e Il Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta.

“Con un po’ di anticipo rispetto agli anni scorsi, quando c’erano le incognite legate alla pandemia – ha spiegato l’amministrazione esponendo il programma “Giocare insieme” con alcuni degli enti coinvolti – presentiamo i centri estivi proposti dal Comune, che mette a disposizione gratuitamente spazi e strutture. Oltre al supporto fondamentale di Ipab per i minori e alla rinnovata collaborazione con Centrale del Latte, Gallerie d’Italia e Confindustria Vicenza, quest’anno ci saranno anche un’attività ludica de Il Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta e due nuove realtà, ovvero il padel e il basket.L’obiettivo infatti è di arricchire sempre di più l’offerta formativa, già molto di qualità, dei nostri centri estivi”.

Centri estivi progetto “Giocare insieme”

Anche quest’anno l’amministrazione comunale ha messo a disposizione gratuitamente edifici scolastici, palestre, impianti sportivi. Alcune attività si svolgeranno nelle sede dei gestori.

Non manca l’attenzione per i più fragili. Per sostenere la partecipazione ai centri estivi per famiglie in difficoltà, il gestore dovrà accogliere partecipanti segnalati dall’Ipab per i Minori di Vicenza. Quest’ultimo sosterrà il 70 per cento della spesa mentre il soggetto che organizza il centro estivo frequentato dal minore coprirà il restante 30 per cento. I centri estivi, infatti, sono un’importante occasione formativa e relazionale di inclusione per bambini ma anche una parentesi spesso di “alleggerimento” per le famiglie, in particolare per quelle in difficoltà. Ai centri estivi saranno accolti anche bambini e ragazzi con disabilità.

Un giorno alla settimana, inoltre, La Centrale del Latte di Vicenza regalerà ai bambini di ciascun centro estivo un vasetto di yogurt e un bicchiere di latte. L’azienda, inoltre, fornirà a ciascuna delle 31 sedi il tabellone gioco “Il giro latte”, un gioco dell’oca con domande sul latte, e le tovagliette per la colazione del Vicenza Calcio.

Le tariffe potranno oscillare, a discrezione delle associazioni e degli enti gestori e del tipo di proposta, rispetto a quanto indicato nel progetto educativo e organizzativo del Comune: saranno indicativamente intorno ai 55 euro a settimana senza mensa e agli 85 euro con il servizio mensa e il pomeriggio.

Ulteriori proposte

Per arricchire l’offerta formativa, ci saranno anche alcune proposte predisposte in collaborazione con l’amministrazione.

Alle Gallerie d’Italia, dove è allestita la mostra “Ex – Illustri x Elena Xausa”, verranno realizzate una serie di attività gratuite dedicate al mondo dell’illustrazione. Attingendo dallo stile dell’illustratrice vicentina recentemente scomparsa e da quello di altri artisti ispirati dalla sua creatività, ogni appuntamento potrà essere un’occasione per scoprire tecniche e segreti dell’illustrazione e per dare vita a nuove immagini pop e colorate.

Confindustria Vicenza, con il partner scientifico Pleaiadi, proporrà, a giugno e luglio, i “Centri estivi metodo Stem”, un percorso per bambini dagli 8 ai 13 anni sul tema dell’educazione alle tematiche tecnico-scientifiche (Stem) e più in generale volto allo sviluppo del pensiero critico e di un approccio pratico.

A luglio e agosto arriveranno anche le proposte de Il Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta, che coinvolgerà i giovani partecipanti nella costruzione delle lanterne e in attività di canto in vista della Camminata di San Martino dell’11 novembre 2023.

Per maggiori informazioni: https://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/42728,46055, tel. 0444 222112 o 222113, interventieduc@comune.vicenza.it.

——
Fonte: Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza