Chi vuole affossare in Italia le celebrazioni del centenario dell’omicidio Matteotti? Luca Fantò: a Vicenza continuiamo

555
Centenario omicidio Matteotti
Centenario omicidio Matteotti

Come reso evidente dalle celebrazioni che da anni proseguono a Roma e in tutta Italia, il fascismo non sembra poi così superato ed anzi, come dimostra quanto avvenuto in piazza Acca Larentia il 7 gennaio, sembra accrescere i suoi sostenitori.  Sarà una coincidenza ma, in questi giorni, si sta cercando di affossare il centenario dell’uccisione di Giacomo Matteotti

Nel 1924, il 10 giugno, il deputato socialista fu ucciso da una squadraccia fascita, il cadavere martoriato e poi abbandonato ai cani. 

Il 10 luglio 2023 la Camera dei Deputati ha approvato la legge promossa da Liliana Segre che promuove le commemorazioni del martire antifascista Giacomo Matteotti. 

All’approvazione però, sono seguite colpevoli distrazioni e un immobilismo che (forse) risulta difficile spiegare. Ad oggi manca tutto quanto è necessario per passare alla parte operativa. Molte iniziative per ricordare il martire socialista sono congelate, non è stato pubblicato il bando di selezione dei progetti che la legge fissava entro settembre 2023. 

Tutto tace. 

Tutto tace a livello nazionale, laddove le destre governano. Qui a Vicenza invece non ci si ferma, è importante che si vada avanti con i Comitati per la celebrazione stabilendo i tempi e le forme delle iniziative che la città dedicherà al martire socialista dell’antifascismo.

Luca Fantò