«È sul lavoro che si misurerà la capacità dell’Italia di affrontare le difficili sfide che attendono il Paese – afferma l’europarlamentare del Partito Democratico, Alessandra Moretti, che ha seguito l’assemblea di Confindustria Vicenza – Per lavoro intendo la tutela della dignità dei lavoratori e per questo mi aspetto che il prossimo governo attui immediatamente la direttiva europea sul salario minimo che abbiamo approvato in via definitiva a Strasburgo mercoledì scorso».

«Ma significa anche mettere le nostre aziende nella condizione di competere – aggiunge l’eurodeputata del Pd Alessandra Moretti -. Quindi in primo luogo un taglio al cuneo fiscale e una revisione profonda del sistema dell’istruzione e della formazione che dia alle ragazze e ai ragazzi le competenze per accedere presto a lavori di qualità e alle imprese la possibilità di trattenere sul territorio le migliaia di giovani talenti che altrimenti emigrano all’estero».