Sono stati oltre 800 i commercialisti vicentini riuniti al Teatro Comunale e in video collegamento nelle scorse settimane per approvare il bilancio preventivo 2022 dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza. 

La presidente Margherita Monti, pronta a ripresentarsi a gennaio alle elezioni dell’Ordine per il mandato 2022/2025, ha presentato i risultati dell’attività dell’Organismo di Composizione della Crisi attivo dal 2016 a Vicenza, secondo la legge 3 del 2012. Solamente negli ultimi 2 anni l’O.C.C. dei Commercialisti ha preso in gestione oltre 350 nuove domande di procedure da soggetti sovraindebitati: 148 nuove domande nel corso del 2020 e 220 presentate alla data del 30 novembre 2021.
“Si tratta di numeri importanti – ha osservato la presidente Margherita Montiper cui l’Organismo dei Commercialisti, nonostante il difficile periodo, è stato al servizio dei cittadini sovraindebitati per dare loro la possibilità di trovare un sistema adeguato di ristrutturazione dei propri debiti”.
Circa il 70% delle procedure di esdebitazione riguardano cittadini e famiglie che si trovano in un disagio finanziario a causa dei prestiti e finanziamenti che non sono più in grado di restituire per la perdita del lavoro e per una sopraggiunta situazione di malattia o per problemi di mutamento delle condizioni familiari. Il restante 30% delle procedure gestite dai commercialisti si riferisce alle imprese agricole, ai piccoli imprenditori o alle società non fallibili in crisi finanziaria per la riduzione di fatturato a seguito della pandemia o per il calo della redditività del settore di appartenenza. 

In tema di crisi d’impresa, l’altro fronte su cui sono attivi i commercialisti riguarda la nuova figura di esperto del risanamento, previsto dalla legge 147/2021 in vigore dal 15 novembre scorso, in base alla quale viene messo a disposizione delle aziende che si trovino in una situazione di squilibrio patrimoniale o economico finanziario uno strumento di risanamento condotto da un professionista esperto, nominato da una commissione appositamente formata a livello Regionale. L’elenco degli esperti tenuto dalla CCIAA del Veneto è in fase di composizione, ad oggi gli Ordini dei Commercialisti di Treviso e Vicenza sono i primi ad aver concluso l’iter di verifica delle domande di iscrizione dei professionisti abilitati all’attività di negoziatore della crisi. “Su questo fronte l’esperienza professionale tipica dei Commercialisti – continua Monti e il costante aggiornamento delle competenze tramite la formazione specifica,  sono una garanzia della qualità dell’assistenza agli imprenditori per la ricerca delle migliori e più opportune soluzione strategiche di ristrutturazione finanziaria”. 

Fino ad ora nel 2021 a Vicenza ci sono stati 125 fallimenti e 16 concordati. “Si tratta di dati certamente in linea con il 2020 – conclude Monti anche se decisamente più bassi rispetto agli anni 2018 e 2019, a significare che sono il risultato di un sistema economico ancora anestetizzato dalle normative emergenziali per la pandemia. Nel frattempo l’economia vicentina, trainata soprattutto dall’export sta dimostrando notevoli segnali di vivacità e ripresa.”