La senatrice del Partito Democratico Daniela Sbrollini è preoccupata per gli sviluppi della situazione della Deroma spa di Malo e ha presentato una interrogazione al Ministero dello Sviluppo Economico di cui riportiamo il testo: Premesso che – Da quando la società ?DEROMA SPA? di Malo (Vi) è in commissariamento straordinario, in applicazione alla legge Prodi, si è creato un clima positivo con la collaborazione fra il Commissario avv. Marco Cappelletto e il nuovo Direttore Generale che ha consentito di rimettere in sesto un?azienda che era arrivata al capolinea.
– mai come in questo periodo la DEROMA ha visto fatturati in crescita, stipendi e salari regolari, lavoro costante;
– fino a poco prima della pausa estiva sembrava ormai arrivata una nuova proprietà, la società ?Scheurich/Bavaria Industries group?, designata dal Commissario con benestare del Ministero dello Sviluppo Economico;
– che il Piano industriale proposto e scelto prevedeva il mantenimento della occupazione e investimenti nel sito.
Considerato che:
– è arrivato un Ricorso al Tar da parte di una delle due cordate ?perdenti?, e precisamente il Fondo Norvegese ?NJORD TERRA LUX?, con conseguenza di sospensiva cautelare della procedura;
– a seguito di questo i lavoratori, le lavoratrici e i sindacati si sono trovati in una situazione di improvvisa preoccupazione proprio prima della pausa estiva;
– gli anni prima della ?Prodi? e del Commissario Cappelletto sono stati anni difficili, con incertezze sul fatturato in calo, periodi di lavoro molto brevi, ritardi e rateizzazione delle retribuzioni
tutto ciò premesso e considerato
si chiede di sapere:
se il Governo, nella persona del Ministro dello Sviluppo ritenga di condividere la preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare;
se il Ministro è in grado di garantire che si faccia chiarezza subito, se la procedura è corretta oppure no;
se il Ministro interrogato pensi che si possa accettare passivamente ?sull?altare del profitto? che uno scontro fra possibili proprietà metta i lavoratori e i loro rappresentanti sindacali in disparte;
se il Ministro interrogato non reputi necessario avviare un confronto per arrivare alla soluzione positiva e rapida dell?acquisizione della ?DEROMA SPA? di Malo (Vi).