Degrado Vicenza, anche Tosetto cavalca il tema elettorale: “Va affrontato con competenza, non con propaganda”

753
Matteo Tosetto bonus bollette degrado vicenza Anziani non autosufficienti
Matteo Tosetto ex assessore al Sociale del Comune di Vicenza

Il degrado urbano che sta conoscendo Vicenza va affrontato con competenza e non con propaganda” dice Matteo Tosetto a nome della Lista civica Tosetto – Ripartiamo da Vicenza con la quale giocherà la sua partita in vista delle elezioni Amministrative di primavera, probabilmente a sostegno del candidato di centrosinistra, Giacomo Possamai.

“Spiace – dice ancora – vedere come viene puntualmente affrontata la questione della sicurezza, perché è un tema delicato che si utilizza per parlare alla pancia dei cittadini, facendola diventare un facile argomento di tifoseria elettorale.

Credo che possiamo constatare al termine di questi cinque anni che alimentare una narrazione per cui bisogna sconfiggere la delinquenza a suon di manganello non abbia granché funzionato.

Per capirlo basterebbe rendere pubblici due dati: quante sanzioni sono state realmente pagate di quelle staccate dalla polizia locale alle persone che dormono per strada, quanti soldi ha speso il Comune per notificare le multe ai senza tetto.

“Il problema di questo approccio – prosegue Patrizia Barbieri, esponente della Lista – è che piace tanto ad una certa parte politica. I blitz, gli sgomberi sono sbandierati sempre con grande clamore, ma se alla fine ci ritroviamo sempre con gli stessi problemi è perché manca un vero lavoro concreto di visione, che risolva il problema strutturalmente, e non a spot”.

“Tutte le azioni rivolte a combattere le gravi marginalità sono state finanziate da fondi esterni al Comune – riprende Tosetto -. Come ho dimostrato in passato l’assessorato al Sociale ha un ruolo determinante sul tema della sicurezza, perché grazie alle professionalità del settore abbiamo negli anni finanziato progetti tramite fondi europei, nazionali e di fondazioni bancarie.

Non posso non ricordare che in Consiglio Comunale, quando abbiamo approvato il Bilancio per incassare i finanziamenti del PNRR per la grave marginalità, oppure durante la delibera che autorizzava l’accordo tra Comune e Diocesi di Vicenza per utilizzo del fabbricato di Ponte Pusterla, alcuni rappresentanti di FdI e della Lista Rucco si sono astenuti o hanno addirittura votato contro. E questo perché intervenire con i Servizi Sociali non viene vista come una cosa abbastanza di destra. Ma non è con le ideologie che si amministra una città. Ci vogliono competenze. Ci sono soluzioni che funzionano e soluzioni che non funzionano. Ed è con competenza e con concretezza che porteremo avanti la nostra prossima azione amministrativa”.

“Gli agenti della Polizia Locale – concludono Tosetto e Barbieri – devono tornare ad essere agenti in mezzo alle persone, nei quartieri e nelle strade, e non a fare multe che i fatti dimostrano non servire a nulla. Il servizio degli operatori sociali di strada deve essere potenziato, con una maggiore presenza in tutta la città e devono affiancare agli agenti delle forze dell’ordine. Si deve aiutare chi vuole essere aiutato, ma occorre fermezza con chi delinque”.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023