Il Consiglio di sicurezza dell’ONU condanna all’unanimità il trattamento delle donne da parte dei talebani

5829
donne afghanistan

In una rara dimostrazione di unità, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che condanna la discriminazione dei talebani nei confronti delle donne e delle ragazze in Afghanistan e chiede alla leadership del Paese di revocare rapidamente le politiche che vietano l’istruzione, l’occupazione e la loro partecipazione pubblica paritaria.

La risoluzione, promossa da oltre 90 Paesi, ha ricevuto 15 voti favorevoli ed è stata adottata all’unanimità negli ultimi giorni in cui la Russia ricopre il ruolo di presidente di turno del Consiglio.

La risoluzione, legalmente vincolante secondo il diritto internazionale, non specifica quali conseguenze dovrà affrontare l’amministrazione talebana in Afghanistan se violerà le sue richieste.

In genere, però, il Consiglio di Sicurezza può imporre sanzioni ai Paesi o ai governi che non rispettano le sue risoluzioni.

“I Talebani hanno rinnegato le promesse fatte alla comunità internazionale e alle donne e alle ragazze in Afghanistan attuando misure oppressive nei loro confronti, tra cui il divieto di lavorare con le Nazioni Unite e le ONG e di frequentare università e scuole secondarie”, ha dichiarato Linda Thomas-Greenfield, ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, in una dichiarazione scritta dopo il voto. “Questi editti impediscono all’Afghanistan di raggiungere la stabilità, la prosperità economica e la crescita futura”.

Fonte: The Vision