Doppio ballottaggio per democrazia. Vicenza: alle 23 affluenza cala al 40,02% con Possamai che sfida Rucco. Turchia: Kilicdaroglu perde con Erdogan

1205
Giacomo Possamai e Francesco Rucco votano per il ballottaggio
Giacomo Possamai e Francesco Rucco votano per il ballottaggio

Fino alle 23 di oggi, domenica 28 maggio, e dalle 7 alle 15 di domani, lunedì 29 maggio, si vota per il ballottaggio tra i candidati a sindaco del Comune di Vicenza, Giacomo Possamai e Francesco Rucco. Alle 23 nelle 111 sezioni elettorali della città risulta aver votato il 40,02% degli elettori in netto calo rispetto al 43.67% del primo turno alla stessa ora del primo giorno di votazioni. I dati sono pubblicati nel sito del Comune, cliccando qui, dove saranno reperibili anche quelli relativi all’affluenza alle 19 e alle 23 di domenica 28 maggio, il totale votanti alle 15 di lunedì 29 maggio e successivamente lo spoglio, che si potrà seguire in diretta online nella pagina. Le informazioni per gli elettori sono pubblicate qui.

Stamattina sono, quindi, scattati due ballottaggi, di peso diverso ovviamente per la quantità di elettori coinvolti e per il peso specifico dei loro risultati.

In Turchia Kemal Kilicdaroglu ha provato invano a scalzare dopo un ventennio di “sultanato” Recep Tayyip Erdogan, che, appoggiato del “terzo incomodo”, il nazionalista, Sinan Ogan, ha vinto col 53,41% dei consensi e rimarrà fino al 2028.

A Vicenza, invece, Francesco Rucco, civico ma proveniente dalla destra e, quindi, appoggiato dai patrioti e dai sovranisti di Giorgia Meloni e Matteo Salvini, tra i quali rimane schiacciata la moderata Forza Italia, prova a rifarsi della vittoria di Giacomo Possamai al primo turno, inattesa o spacciata come impossibile dal sindaco uscente con i sondaggi sventolati “ogni altro giorno” a suo favore e contro il rappresentante del rinnovamento, giovane ma politicamente attivo da almeno un quindicennio, attualmente capogruppo del PD in regione, dopo esserlo stato in Consiglio comunale di Vicenza.

Pubblicità in Turchia per il sultano Erdogan e lo sfidante Kilicdaroglu
Pubblicità in Turchia per il sultano Erdogan e lo sfidante Kilicdaroglu

Mentre c’è attesa in Turchia e nel mondo per l’esito della sfida sul Bosforo, a Vicenza e in Italia, comunque, sarà significativo anche l’esito del voto che o terrà legata Vicenza alla lega lombarda che impazza anche in Veneto e al conformismo (asservimento?) abituale verso chi è vincente a livello nazionale (stavolta FdI) o affiancherà la città del Palladio e del Rinascimento a Padova e Verona, oltre che a Rovigo, per rafforzare un asse rivolto al futuro e non al passato.

Oggi, comunque, i due sfidanti hanno votato, cosa che, indipendentemente dalle scelte di ognuno, ci auguriamo che facciano in tanti, perché le votazioni sono il momento più alto della democrazia.

Giacomo Possamai accompagna la scrutatrice nell'inserimento della sua scheda nell'urna
Giacomo Possamai accompagna la scrutatrice nell’inserimento della sua scheda nell’urna

Giacomo Possamai ha “accompagnato” la scrutatrice nell’inserimento della sua scheda nell’urna verso le 10.30 presso la scuola media Maffei in Contrà Santa Caterina.

Francesco Rucco simula l'inserimento della scheda nell'urna
Francesco Rucco simula l’inserimento della scheda nell’urna

Francesco Rucco, sindaco uscente, ha votato alle 10 circa al seggio di Bertesina alla Scuola Piccoli come mostra la foto inviataci dal suo staff mentre inserisce la scheda nell’urna, immagine artefatta (fatta con arte, ndr) perché l’elettore non può inserire la scheda che, invece, deve consegnare a un componente del seggio che compie l’operazione.


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023