Eletti nel nordest: sicuri i vicentini Moretti, Donazzan e Berlato, bene Bisin. Zanoni nelle mani del veneto Zan. In 4 hanno scelto ViPiù…

1053
Elezioni europee, commento CCV
Elezioni Europee

Nelle elezioni europee, nella circoscrizione Nord-Est, sono stati eletti 15 eurodeputati. I nomi definitivi saranno ufficializzati nelle prossime ore (primo lancio il 10 giugno, aggiornato ora, ndr). La proclamazione ufficiale dei risultati e degli eletti è attesa a breve. Secondo i dati definitivi, i seggi assegnati a Nord-Est sono: 6 per Fratelli d’Italia, 5 e non più 4 per il Partito Democratico, 2 per la Lega, 1 per Forza Italia, 1 per il Movimento 5 Stelle e 1 per Alleanza Verdi-Sinistra.

Alessandra Moretti
Alessandra Moretti

Una curiosità: due dei quattro candidati che hanno scelto anche ViPiu.it per promuoversi con gli elettori, Alessandra Moretti (PD) e Sergio Berlato (FdI), sono stati eletti, Andrea Zanoni è al momento il primo dei non eletti del Pd, ma se il veneto Zan opterà per il nordovest, farà entrare un altro veneto, l’ambientalista Zanoni, nel parlamento europeo. Lara Bisin , poi, lottato per una mission impossible con Azione che non ha superato il quorum del 4% ma ottenendo un significativo pacchetto di preferenze personali. A tutti loro va un grazie perché, in maniera multi-partisan a conferma della completezza della nostra informazione, hanno scelto ViPiu.it contribuendo alla prosecuzione del nostro lavoro e va, soprattutto, l’augurio che, eletti o meno, assolvano al meglio il loro impegno politico.

Battaglia di Nikolajewka Elena Donazzan vertenza brenta pcm crisi aziendali veneto
Elena Donazzan

Tornando ai risultati, sono già certi dell’elezione i capilista e i candidati con il maggior numero di preferenze delle sei liste che hanno superato la soglia di sbarramento. Alcuni di questi, come la premier Giorgia Meloni e il ministro Antonio Tajani, rinunceranno al seggio, lasciando spazio ad altri membri dello stesso partito. Anche Zan del Pd potrebbe (da veneto dovrebbe?) optare per il nordovest lasciando il suo “posto” ad Andrea Zanoni.

 

Sergio Berlato, eurodeputato FdI ECR
Sergio Berlato, eurodeputato FdI ECR

Nella circoscrizione Nord-Est  la premier Giorgia Meloni ha ottenuto un’enorme quantità di preferenze per Fratelli d’Italia, totalizzando 493.801 voti, seguita da Elena Donazzan, assessora regionale del Veneto, con 63.250 voti  rispetto ai 100.000 che voleva raggiungere per legittimare una sua ancora più improbabile designazione come candidata alla successione di Zaia in regione Veneto. Tra gli eletti anche Sergio Berlato che con 46.011 preferenze si assicura per la quinta volta un seggio a Bruxelles.

Andrea Zanoni, Consigliere regionale del Veneto
Andrea Zanoni, Consigliere regionale del Veneto

Nel Partito Democratico (PD), il capolista Stefano Bonaccini ha raccolto 389.284 preferenze, seguito da Alessandro Zan con 92.651 e Alessandra Moretti con 82.540 voti. Andrea Zanoni, con i suoi 31.682 voti, nel caso di “partenza” di Zan verso il nordovest sarebbe il primo dei non eletti tra i democratici.

Per la Lega, Roberto Vannacci ha ricevuto 142.475 voti, Anna Maria Cisint, sindaca di Monfalcone, 42.983 voti, e l’uscente Paolo Borchia sarebbe riconfermato col “generale” destinato ad altri lidi.

Lara Bisin, candidata di Azione per le elezioni europee nel collegio Nordest
Lara Bisin, candidata di Azione per le elezioni europee nel collegio Nordest

Per Forza Italia, il segretario Antonio Tajani ha raccolto oltre 60.000 voti e il coordinatore regionale Flavio Tosi ha superato le 34.000 preferenze ma “va a Bruxelles” Herbert Dorfmann per l’alleat SVP.

Mimmo Lucano ha trainato la lista di Alleanza Verdi e Sinistra con oltre 42.000 preferenze, seguito da Cristina Guarda, attuale consigliera regionale, con più di 32.000 preferenze e potrebbe subentrare a Lucano che, come probabile, opterebbe per il sud. I candidati del Movimento 5 Stelle hanno ottenuto poche preferenze: 14.996 voti per l’uscente e confermata Sabrina Pignedoli e più di 10.000 per Ugo Biggeri.