Emergenza Covid nel Vicentino: al tavolo della prefettura emerge anche la necessità di 117 corse in più di SVT per il servizio scolastico

Emergenza Covid: bus SVT affollati a Vicenza
Emergenza Covid: bus SVT affollati a Vicenza
- Pubblicità -

In vista dell’approssimarsi dell’inizio dell’anno scolastico, previsto per il 13 settembre p.v., si è svolta, il 25 agosto (presso la sala consiliare della provincia e coordinato dalla prefettura di Vicenza, ndr) una specifica ulteriore riunione del tavolo di coordinamento di cui all’ art. 21, comma 3, del DPCM 2 marzo 2021, presieduto nella circostanza dal Viceprefetto Vicario, dott.ssa Renata Carletti, con la consueta partecipazione delle Direzioni regionali dei Trasporti e dell’Istruzione del Veneto, dell’Amministrazione Provinciale di Vicenza, dell’Ufficio Scolastico provinciale, della Società Vicentina Trasporti (in seguito, SVT) e delle Amministrazioni comunali interessate dalla presenza di istituti scolastici superiori.

Tavolo prefettura di Vicenza per l'emergenza Covid
Tavolo prefettura di Vicenza per l’emergenza Covid

Nel corso dell’incontro, che ha fatto seguito a precedenti tavoli di confronto nei quali era stato promosso lo studio di tutte le possibili casistiche operative di interesse, sono stati richiamati gli aspetti organizzavi già delineati nel documento operativo adottato dal Prefetto in data 23 dicembre u.s., i quali nel corso dello scorso anno scolastico hanno consentito, grazie alla sinergia tra tutti i soggetti istituzionali preposti, la realizzazione del più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e le esigenze del trasporto pubblico locale.

In considerazione delle direttive recentemente emanate dal “Piano Scuola 2021/2022” elaborato dal MIUR che, come noto, ha previsto il rientro in presenza per il 100% degli alunni degli istituti scolastici superiori, nonché della conferma del limite dell’80% della capienza dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale – e tenuto altresì conto dei dati forniti dall’Ufficio Scolastico Territoriale che ha comunicato un incremento della popolazione scolastica provinciale di circa 700 unità – la SVT ha aggiornato le stime presentate in occasione del precedente incontro del 20 luglio scorso, valutando la necessità di complessive 117 corse integrative del trasporto pubblico (57 bus al mattino e 54 al pomeriggio) da programmare a partire dal lunedì 13 settembre p.v., data di avvio delle scuole.

Analogamente a quanto previsto per lo scorso anno scolastico, è stata poi confermata la presenza degli addetti alla sorveglianza a terra, che saranno dislocati (15 al mattino e 30 al pomeriggio) nei punti di imbarco maggiormente affollati, come individuati nella precedente programmazione, al fine di garantire che l’ingresso degli studenti negli autobus avvenga nel rispetto dei limiti di capienza previsti dalla normativa.

Nell’ambito dei lavori del tavolo di coordinamento, si è inoltre concordato di richiamare l’attenzione dei partecipanti sulla necessità di rispettare gli adempimenti già formalizzati nel documento operativo del 23 dicembre scorso, con particolare riferimento alla predisposizione, da parte dei Comuni interessati, di adeguati servizi di vigilanza stradale ad opera delle rispettive

polizie locali, in concomitanza con gli orari di arrivo e ripartenza degli studenti, valutando altresì l’adozione di ulteriori, mirati interventi di decongestione del traffico automobilistico degli accompagnatori privati in prossimità degli istituti scolastici, in modo da agevolare la circolazione dei mezzi adibiti al pubblico trasporto.

Da ultimo, è stata altresì ribadita l’importanza dell’opera di coordinamento dell’Ufficio Scolastico Territoriale, circa la definitiva invarianza degli orari di ingresso/uscita che verranno successivamente indicati dai Dirigenti scolastici nell’ambito della calendarizzazione interna dei singoli Istituti, salvi possibili, modesti sfasamenti negli orari di entrata ed uscita, finalizzati alla gestione di situazioni contingenti.

-Pubblicità-