Etra si rilancia con un nuovo statuto, rinnovata la Governance, confermata la guida del Presidente Flavio Frasson

242
etra

È nata la nuova Etra. Approvato all’unanimità il nuovo statuto che prevede anche la trasformazione della multiutility in società benefit. Energia Territorio Risorse Ambientali è la multiutility pubblica che svolge servizio idrico e rifiuti nel bacino del fiume Brenta, dall’Altopiano di Asiago ai Colli Euganei, comprendendo l’area del Bassanese, l’Alta Padovana e la cintura urbana di Padova.

Con la modifica dello statuto societario, i Soci di Etra hanno deciso di passare da un sistema duale di governance ad uno tradizionale, che affida l’amministrazione della Società ad un Consiglio di Amministrazione composto da 5 membri, e la verifica del rispetto della legge, dello statuto e dei principi di corretta amministrazione ad un Collegio Sindacale composto da tre membri (più due supplenti). Il controllo analogo sulla società in house resta, invece, affidato a tutti i suoi Soci, riuniti nell’organismo aggregato denominato Comitato di Coordinamento.

Confermati i 5 membri del nuovo Consiglio di Amministrazione: Flavio Frasson, Presidente, Tiziana Stella, Vicepresidente e Silvia Ruffato, Giansandro Todescan e Corrado Paganin quali consiglieri.

Nominato anche il Collegio Sindacale con Carlo Vedove alla presidenza, Andrea Albanese, Enrica Favero quali membri effettivi, supplenti Mauro Micheli e Cristina Zarpellon.

I componenti del Consiglio di Presidenza, espressione del territorio, presieduti dal sindaco di Bassano del Grappa Elena Pavan sono: Ornella Leonardi, Massimo Righetto, Valter Gallo, Valentino Turetta, Simone Bontorin, Antonella Corradin, oltre ai presidenti dei Bacini Brenta per i Rifiuti, Antonella Argenti e del Bacino Brenta Luca Pierobon.

“Le sfide che ci attendono sono tante ed ambiziose e, come finora fatto, intendiamo perseguirle con abnegazione, professionalità ed entusiasmo. Ma soprattutto, garantendo il costante e pieno coinvolgimento dei Soci, dei dipendenti e del territorio che Etra si onora di servire – sottolinea il confermato Presidente Flavio Frasson -. Il mio ringraziamento va a tutti i sindaci, che ci hanno accompagnato in questa delicata fase di transizione e al Consiglio di Sorveglianza uscente, presieduto da Morena Martini, per aver lavorato al servizio del nostro Territorio e dei nostri utenti.”

“Con orgoglio saluto la nuova Etra e la costituzione dei nuovi organismi – sottolinea Morena Martini -. Lascio con un pizzico di emozione un Consiglio di Sorveglianza che si è impegnato per permettere la crescita di questa azienda, che adesso può guardare al futuro con impegno, visione e basi solide”.

Con oggi si chiude il lungo percorso, avviato nell’estate del 2021, che ha portato l’odierna Assemblea Straordinaria di Etra alla modifica dello statuto societario; percorso che ha visto il coinvolgimento e la piena partecipazione di tutti i Comuni soci della multiutility. La bozza del nuovo Statuto è stata infatti approvata da tutti i consigli Comunali e  l’Assemblea di oggi è l’ultimo tassello che suggella questo epocale passaggio.

Con la modifica statutaria, Etra ha acquistato anche la qualifica di Società Benefit, integrando il proprio oggetto sociale con obiettivi di beneficio comune, da perseguire nell’interesse dell’Ambiente, del Territorio e delle Persone.

“La scelta di passare a Società Benefit – sottolinea la Presidente del neonato Consiglio di Presidenza, Elena Pavan – ci permetterà di concentrarci maggiormente sugli obiettivi di beneficio comune, con una crescente sensibilità per i temi sociali e ambientali, il benessere delle persone e la crescita del territorio”