Evasione fiscale, Fiamme gialle bassanesi scoprono agente di commercio evasore totale per oltre 300 mila euro

388
evasione fiscale
Gdf di Vicenza Bassano

I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza (qui altre operazioni della GdF), nell’ambito dell’attività di contrasto all’evasione e all’elusione fiscale, hanno scoperto e sottoposto ad attività di polizia economico-finanziaria un agente e rappresentante di macchine per l’industria e commercio operante nel territorio bassanese e totalmente sconosciuto al Fisco.

Il bilancio dell’attività ispettiva portata a termine dalle Fiamme gialle bassanesi nei giorni scorsi ha fatto emergere la presenza di ricavi, conseguiti e mai dichiarati dal professionista, per un totale di 266.900,00 euro e un’IVA dovuta alle casse dell’erario per 58.718,00 euro.

La complessa ricostruzione del reale volume di affari dell’agente, specializzato in consulenze su macchinari industriali di importazione giapponese, è stata effettuata dai finanzieri bassanesi mediante numerosi sopralluoghi, attività info-investigative con l’ausilio delle numerose banche dati in uso al Corpo e raccolta di dati e documentazione presso le società con le quali il professionista aveva intrattenuto rapporti commerciali nell’ultimo quinquennio.

Al termine delle operazioni di polizia economico-finanziaria, i finanzieri del Gruppo di Bassano del Grappa hanno proceduto inoltre alla denuncia del professionista alla Procura della Repubblica di Vicenza per aver occultato la documentazione fiscale relativa alla propria attività, per la quale la normativa prevede la conservazione obbligatoria, tentando in questo modo, seppur infruttuosamente, di ostacolare l’attività ispettiva delle Fiamme Gialle.

L’attività svolta conferma l’impegno quotidiano, da parte della Guardia di Finanza di Vicenza, nel contrasto ad ogni forma di evasione fiscale che distorce i meccanismi di libera concorrenza e mina la fiducia tra cittadini e Stato a tutela della collettività e dei contribuenti onesti.

Si rappresenta che, con riferimento alle ipotesi penalmente rilevanti, in ossequio al principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

Il comunicato è stato autorizzato dall’Autorità Giudiziaria per motivi di interesse dell’opinione pubblica.