Eventi alluvionali Vicenza, l’impegno della Guardia di Finanza: sorvoli a supporto dei soccorsi

257
eventi alluvionali vicenza

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Vicenza e del Reparto Operativo Aeronavale di Venezia hanno partecipato attivamente alle operazioni di assistenza e monitoraggio in occasione degli eventi alluvionali dello scorso 28 febbraio e sotto il coordinamento delle competenti Autorità.

Fin dalle primissime ore connesse agli intensi fenomeni di maltempo e di piena dei fiumi cittadini, in particolare i 2 equipaggi della “Volpe 510” e “Volpe 513” della Sezione Aerea di Venezia, in collaborazione con il Comando Provinciale di Vicenza e su attivazione dalle competenti Autorità, sono intervenuti a supporto delle attività di assistenza e protezione civile.

Infatti, nella primissima mattina del 28 febbraio scorso, su attivazione del Centro Operativo Comunale di Vicenza, nonché del Centro di Coordinamento dei Soccorsi avviato dalla locale Prefettura, un primo elicottero della Sezione Aerea di Venezia “Volpe 510” con a bordo il Prefetto di Vicenza Salvatore Caccamo e il sindaco della città capoluogo, Giacomo Possamai accompagnati dal comandante provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, Cosmo Virgilio, ha effettuato un preliminare sorvolo aereo dell’intero territorio cittadino e di parte dei comuni limitrofi, per comprendere la gravità della situazione e meglio orientare le operazioni di soccorso.

Immediatamente a seguire, sono stati effettuati ulteriori sopralluoghi aerei, con il medesimo equipaggio della Volpe 513 di Venezia, con imbarco di funzionari della Protezione Civile della Regione Veneto, del Comune di Vicenza e di personale tecnico del medesimo Ente locale.

I sorvoli e i sopralluoghi aerei della città di Vicenza e di parte dei territori dei comuni limitrofi sono continuati per tutto il pomeriggio e la serata del 28 febbraio, con ulteriori imbarchi di personale a supporto del C.O.C. di Vicenza, con un ultimo sorvolo, nel tardo pomeriggio, con imbarco del Prefetto e del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, accompagnati dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, nel quadro delle operazioni di coordinamento dei soccorsi attuato dal C.C.S. della Prefettura.

Le missioni di volo operativo degli equipaggi della Sezione Aerea di Venezia sono proseguite per tutta la giornata del 29 febbraio e del 1° marzo: in particolare, nella giornata di venerdì 1° marzo scorso, sempre nell’ambito delle attività di coordinamento messe in campo dalla Prefettura, in sinergia con Protezione Civile e Comune di Vicenza, sono saliti a bordo della “Volpe 513” delle Fiamme Gialle, personale tecnico del Genio Civile per effettuare un monitoraggio delle infrastrutture idrauliche del territorio e una ricognizione dei manufatti idraulici, primi fra tutti il Bacino di Caldogno, attivati per la difesa idrogeologica del territorio vicentino.

Le foto e i video effettuati dagli equipaggi impegnati nelle predette attività operative, realizzati grazie alle peculiari dotazioni tecnologiche dei velivoli della Guardia di Finanza – che possono effettuare riprese foto-video ad altissima risoluzione – confrontate con i rilievi cartografici disponibili, hanno consentito ai soccorritori di orientare al meglio gli interventi a terra.

Il Prefetto di Vicenza, Salvatore Caccamo e il sindaco della città capoluogo, Giacomo Possamai hanno, nell’occasione, ringraziato, per l’opera di supporto prestata dalla Guardia di Finanza in occasione dell’emergenza maltempo delle ultime ore, il Comandante Regionale della Guardia di Finanza del Veneto, Riccardo Rapanotti, che si è recato in visita alle predette Autorità nella giornata del 29 febbraio scorso per rimarcare la massima disponibilità del Corpo.

Anche la sede del Comando Provinciale di Vicenza della Guardia di Finanza, peraltro, è stata oggetto di allagamenti di ampi spazi esterni, di alcuni uffici e di un alloggio di servizio. Fin dalle prime ore della notte del 28 febbraio, i finanzieri in servizio nella predetta caserma hanno avviato le operazioni di messa in sicurezza del sito, grazie anche al prezioso e tempestivo intervento della Protezione Civile comunale e dei Vigili del Fuoco.