La Banca del Veneto Centrale lancia un nuovo progetto denominato “Bvc Export Academy” e con esso l’istituto di credito cooperativo punta al sostegno dell’internazionalizzazione delle aziende del territorio e dell’export del made in Italy.

Ecco cosa rende noto l’istituto in un comunicato stampa.

“L’internazionalizzazione come cultura per dare impulso alla ripresa delle PMI, dopo le imprevedibili crisi economica e sociale generate prima dall’emergenza Covid-19 e a seguire dal conflitto russo-ucraino, e focus sui principali strumenti a supporto della crescita competitiva delle imprese impegnate sui mercati esteri. È questo l’obiettivo di “BVC Export Academy”, l’ambizioso progetto varato dall’Ufficio Estero di Banca del Veneto Centrale.
L’istituto di Credito Cooperativo, guidato dal presidente Gaetano Marangoni e dal direttore generale Mariano Bonatto, propone per il 2022 quattro appuntamenti formativi. Un ciclo di webinar gratuiti rivolti ad aziende e imprese – non solo clienti della Banca – per sostenerle e aiutarle nella crescita internazionale, mettendole nelle condizioni di sfruttare al meglio ogni opportunità e di agganciare la ripresa.
Quattro sono anche gli ambiti individuati in risposta ai fabbisogni delle funzioni aziendali coinvolte: Formazione (agli imprenditori, ai loro dipendenti e collaboratori); Assistenza (uso prodotti e garanzie nelle operazioni con l’estero); Consulenza (in azienda con l’affiancamento di un esperto); Informativa (ricorrente a mezzo newsletter periodiche).
Si inizierà giovedì 12 maggio con il primo appuntamento dedicato al tema “Strumenti del trade finance per tutelarsi dal rischio di mancato pagamento”. Scopo di questo primo webinar sarà quello di fornire una conoscenza dei diversi strumenti del Trade Finance, delle loro caratteristiche e della loro applicazione concreta, per saperne cogliere le differenze e i diversi livelli di rischio, fornendo gli strumenti, per scelte consapevoli e i suggerimenti necessari a cautelarsi contro la possibilità di inadempimenti.
“Dagli Incoterms® ai pagamenti internazionali: quali le interconnessioni” sarà l’argomento del secondo modulo in programma mercoledì 29 giugno. L’incontro si propone di favorire una conoscenza migliore delle regole Incoterms®, del loro significato e delle implicazioni sulla ripartizione dei costi e dei rischi, rispetto alla forma di pagamento e/o di garanzia adottata. In particolare, saranno illustrate le correlazioni tra i pagamenti internazionali e gli Incoterms® 2020 al fine di evidenziare l’impatto che questi ultimi possono avere sulla sicurezza dell’incasso (nell’export) e del ritiro della merce conforme (nell’import) e fornire indicazioni pratiche su quale Incoterms® adottare.
Nel terzo modulo, fissato per mercoledì 28 settembre, si parlerà di “Documenti e riserve in un credito documentario: cosa e come fare per evitarle”. Nel corso dell’evento online si cercherà di fornire una conoscenza dei diversi strumenti del Trade Finance, delle loro caratteristiche e della loro applicazione concreta, per saperne cogliere le differenze e i diversi livelli di rischio, fornendo gli strumenti, per scelte consapevoli e i suggerimenti necessari a cautelarsi contro la possibilità di inadempimenti.
A conclusione dell’iniziativa, martedì 29 novembre è in programma l’incontro dal titolo “Classificazione doganale, origine preferenziale, dichiarazione di libera esportazione, acquisizione status di AEO”. Il webinar si propone di analizzare i rischi derivanti da una errata gestione dei flussi doganali e, in particolare, delle sanzioni ad essi correlati. I relatori tratteranno le aree di maggiore interesse per le aziende che operano con l’estero, con il fine di fornire loro linee guida utili alla corretta gestione delle procedure comunitarie ed extracomunitarie.
Quattro saranno anche gli esperti a disposizione dei partecipanti, sebbene la finalità resterà comunque la medesima: guardare insieme al futuro. Nei primi tre moduli il relatore sarà Antonio Di Meo (Independent International Trade and Development Professional); Andrea Carollo, Michelangelo Ricciotti e Sandra Pontarollo (Funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio di Vicenza), interverranno nell’incontro conclusivo.
Per informazioni e adesioni gratuite alla “BVC Export Academy” è possibile consultare il sito internet oppure scrivere via mail a: [email protected]”.