Fara Vicentino, dopo la sparatoria intensificati i controlli delle forze dell’ordine. I provvedimenti del Questore di Vicenza

8812
Fara Vicentino, marocchino ucciso in contro a fuoco dopo aver ferito vigile
Fara Vicentino, marocchino ucciso in contro a fuoco dopo aver ferito vigile

Fara Vicentino, Breganze, Marostica e Thiene. Questi i comuni del Vicentino interessati da controlli straordinari del territorio coordinati dalla questura, dopo che anche il prefetto Caccamo ha disposto rinforzi dei presidi di legalità, e come concordato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Una diretta conseguenza anche dell’episodio di Fara Vicentino, comune nel quale lo scorso 24 aprile si è verificata una sparatoria nella quale ha perso la vita un cittadino marocchino, Soufiane Boubagura, ed è rimasto ferito un agente della polizia locale, Alex Frusti (leggi qui).

Le attività, svolte nel pomeriggio di ieri fino a sera, hanno visto l’impiego straordinario di circa 40 donne ed uomini appartenenti alla Questura di Vicenza, al Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, al Comando Provinciale della Guardia di Finanza ed al Comando Polizia Locale Nordest Vicentino, supportati da 3 equipaggi del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato, e sono state precedute da una Riunione tecnica di coordinamento che si è svolta nella mattinata di ieri in Questura.

Tutte le operazioni di Polizia sono state integrate dall’impiego dell’elicottero della Guardia di Finanza e da specifici controlli antidroga con l’utilizzo di una Unità Cinofila.

Nel corso delle attività di polizia, controlli specifici sono stati effettuati nelle aree dei centri storici dei 4 Comuni interessati, nei parchi pubblici e nelle vie limitrofe, presso la stazione ferroviaria di Thiene

Sono state elevate 7 contravvenzioni al Codice della strada. Una donna di 30 anni, con a proprio carico diversi precedenti, è stata denunciata per aver violato il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per 3 anni dal comune di Breganze, emesso nei suoi confronti dal Questore di Vicenza.

Il Questore di Vicenza, Paolo Sartori, all’esito delle attività ha adottato i seguenti Provvedimenti: 2 fogli di via obbligatori (2 dal Comune di Thiene e 1 dal Comune di Schio), per un periodo di 3 anni, 4 avvisi orali e 2 decreti di allontanamento dal territorio nazionale.