Pubblicato alle 16.05, aggiornato alle 16.22. Se in Italia le divisioni imperano con ultima causa scatenante la ?devastante? complicazione delle liste elettorali per le prossime Politiche del 2018, il Partito Democratico di Vicenza, dopo il successo intriso di polemiche delle primarie per le Amministrative 2018, si è ricompattato e, mentre è in fase avanzata il riavvicinamento tra Otello Dalla Rosa candidato sindaco e Giacomo Possamai, ha eletto oggi suo segretario cittadino il candidato unico e unitario Federico Formisano (le formalià sono in corso dopo gli interventi dell?uscente Enrico Peroni, della segretaria provinciale Chiara Luisetto, del sindaco Achille Variati e di Otello Dalla Rosà tutti a complimentarsi anche con Daniela Sbrollini capolista in Senato che ha lanciato qui la sua terza campagna parlamentare).


Anche lui sarà chiamato al compito di “sedare” gli animi ancora caldi del suo partito a cominciare da se stesso che, quando Dalla Rosa proclamò la necessità di una qualche discontinuità con l’amministrazione di Achille Variati, dichiarò secco: «l’ha appena iniziata ma Dalla Rosa ha già chiuso la sua carriera politica». Così non è andata e il navigato ex Dc, per una volta uscito dal suo stile, dovrà tornare nel suo alveo equilibrato.

Erano presenti per il Psi – Insieme Luca Fantò, per Coalizione Civica Leonardo Nicolai e per Vicenza Domani Annamaria Cordova, assente ?giustificato? Giacomo Possamai.