“La festa è finita”: torna il festival Fornaci Rosse dal 26 al 30 agosto a Parco Fornaci di Vicenza

Fornaci Rossse

“La festa è finita”, questo il titolo scelto da Fornaci Rosse per la nona edizione del festival, che torna come di consueto a fine estate nella splendida cornice di Parco Fornaci, per una manifestazione di dibattiti politici, culturali, sociali, musica e buon cibo. Si comincia venerdì 26 agosto e si proseguirà per cinque giorni arricchiti da un calendario fittissimo di appuntamenti; chiusura martedì 30 agosto. Il programma degli ospiti definitivo e completo in ogni sua parte verrà reso noto nel corso del mese di agosto.

“La festa è finita”, pur essendo il titolo di questa nona edizione, non vuole rappresentare la chiusura delle attività dell’associazione e della festa: vuole invece significare una cesura con il passato, un monito che guarda ad un futuro in cui ci saranno sfide importanti da combattere e da vincere, sia come Sinistra che come società civile in genere. Con le elezioni politiche diventate ormai prossime, la città di Vicenza e, allargando il discorso, l’Italia, dovranno presto fare i conti con alcune situazioni critiche che non possono essere più trascurate: le questioni ambientali, che quest’anno come non mai stanno dimostrando di dover rivestire un ruolo centrale nel dibattito pubblico, con la crisi idrica in atto e i picchi di calore dovuti al surriscaldamento globale che stanno raggiungendo vette mai viste prima; il mondo del lavoro, sempre più piegato sotto la crescente morsa dell’inflazione, che sta soffocando lavoratori e lavoratrici, colpendo soprattutto le più basse fasce di reddito; le questioni di genere, tema attualissimo su cui la nostra società continua a mostrare inadeguatezza e arretratezza, non concedendo pari diritti alle crescenti minoranze che si registrano nella nostra popolazione; i temi fondamentali per la città, come le elezioni del 2023 e il cantiere TAV in arrivo a scombinare completamente ecosistema e urbanistica di interi quartieri cittadini.

Quindi sì, “La festa è finita”: bisogna iniziare a trovare delle soluzioni alternative e a lottare politicamente per ottenerle e Fornaci Rosse si presta e si offre alla perfezione come spazio aggregativo e identitario in cui possano trovare respiro e ascolto quelle proposte e quelle idee che, al momento, restano invece sommerse ben al di sotto del dibattito politico, sempre più distante dalle necessità dei comuni cittadini.

Non mancherà, ovviamente, un ricco programma musicale, incentrato sul “Primitivismo sonoro”: un viaggio che porterà gli ascoltatori a poter gustare generi musicali che vanno dalla tradizione strettamente mediterranea fino alla sperimentazione elettronica.

All’interno della festa, a disposizione degli avventori, ci sarà l’ormai celebre ristorante di Fornaci Rosse, con prezzi assolutamente popolari e un menù ricco e variegato, oltreché il bar installato per l’occasione all’interno della festa.

Il programma definitivo, come detto, verrà reso noto nel corso del mese di agosto.
Si ricorda infine che chiunque volesse partecipare come volontario alla manifestazione può
iscriversi al link: https://bit.ly/FR22-volontari