Fondazione di Storia, a Vicenza presentazione del libro di Giorgio Bido “Non siamo una Nazione”

812
fondazione di storia

Nell’ambito degli “Incontri con gli autori”, venerdì 23 giugno alle 17.30 in Fondazione di Storia a Vicenza, sarà protagonista Giorgio Bido. Non siamo una Nazione”: Giorgio Bido, padovano ma vicentino d’adozione per i suoi legami professionali sviluppati nel corso di decenni nella provincia Berica, non si limita a titolare in maniera decisa il suo ultimo libro (Marcianum Press), ma ne correda la copertina con il disegno di un’Italia rovesciata e appesa per il piede “calabrese”.

Ecco allora che l’”Incontro con l’autore”, che la Fondazione di Storia di Vicenza organizza nella propria sede di palazzo Giustiniani Baggio, in contrà San Francesco, 41, venerdì 23 giugno, con inizio alle 17.30, si presenta come una documentata ancorché singolare sfida al comune pensiero omologante, proponendo una lettura del Paese libera da quei condizionamenti che caratterizzano tanta pubblicistica politicamente corretta.

Dopo l’introduzione di Filiberto Agostini, sarà il giornalista e scrittore Antonio Di Lorenzo a dialogare con Bido seguendo le tracce lungo i percorsi storici dell’Italia sviluppati dall’autore nei diversi capitoli: dall’epoca dei Comuni al Rinascimento, dall’epopea risorgimentale all’Italia repubblicana, non senza una carrellata comparativa con gli altri Paesi europei, per i quali vengono messi a confronto i diversi percorsi di formazione della sensibilità nazionale da parte dei rispettivi abitanti.

Caustica, in tal senso, l’analisi dell’italiano medio, che generalmente vede lo stato come un nemico, la società come la responsabile dei suoi guai, la politica come una occasione per le ambizioni carrieristiche dei più spregiudicati, ma che nulla fa per far sì che le cose funzionino meglio.