Formazione, Elena Donazzan: “bene 23 milioni di euro per Its Academy”

200

?Bene l?ulteriore riparto di 23 milioni di euro, su scala nazionale, per gli Its Academy, i 95 istituti di alta formazione, alternativi all?università, che sfornano i super-tecnici di elevata qualifica per il mondo delle imprese e dei servizi?. L?assessore regionale alla formazione, Elena Donazzan, sottolinea  – con questa nota – l?importanza del via libera all?erogazione di circa 23 milioni di euro per l’ampliamento dei percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori (ITS-Academy) per l’anno 2018/2019.
La legge di bilancio per il 2018 (legge 205/2017) aveva incrementato, nell’anno 2018, le precedenti risorse già destinate agli ITS di ulteriori 10 milioni di euro (20 milioni di euro nel 2019 e 35 milioni di euro a decorrere dal 2020), prevedendo un complesso iter di erogazione che ora si è concluso con l?accordo in Conferenza unificata.

“Le sette Academy venete, quattro delle quali posizionate nei primi dieci posti della classifica ministeriale per performances occupazionali ? sottolinea l?assessore ? sapranno ottimizzare al meglio i fondi nazionali, in sinergia con Regione, imprese, istituti di istruzione superiore e università. Il sistema degli 105 corsi degli Its-Academy in Veneto offre una apprezzata gamma di percorsi formativi, che spaziano dal management turistico alla logistica, dalla meccatronica alla bioedilizia, dalle professioni ad alto contenuto tecnico della moda e del ?made in Italy? all?agroalimentare?.

?Gli Its-Academy, dove i corsi biennali alternano formazione teorica e pratica in azienda con docenti che provengono per metà dal mondo delle imprese ? ricorda l?assessore – generano professionalità utili al mondo produttivo, a stretto contatto con i territori, come testimoniano gli indici di occupazione dei diplomati a sei mesi da conseguimento del titolo: 9 su 10 hanno già un contratto in azienda e, in alcuni settori come ad esempio il turismo, la percentuale sfiora il 100 per cento?.

?La Regione Veneto e il suo sistema imprenditoriale ? conclude l?assessore ? considerano l’erogazione di queste risorse un punto di partenza per un complessivo piano di rilancio e potenziamento di una formula formativa innovativa, che dimostra di essere flessibile e saper qualificare professionalità molto richieste dal mondo del lavoro e che ha bisogno di essere più conosciuta dai giovani, dalle famiglie e dalle scuole, per raggiungere maggiori livelli di adesione e di partecipazione?.