Furti e atti osceni: tre uomini fermati e denunciati dalla Polizia di Stato nel vicentino durante il fine settimana

274
Questura di Vicenza

Atti osceni in un bar del centro, interviene la polizia

Episodio sconcertante nel tardo pomeriggio di ieri in un bar del centro storico di Vicenza, dove è stato richiesto l’intervento della Polizia per via della presenza di un uomo in evidente stato di ubriachezza che riverso a terra praticava atti autoerotici nel locale in quel momento frequentato da diverse persone, tra cui molti minori. Sul posto è rapidamente arrivata una pattuglia delle Volanti della Questura. Gli agenti hanno l’uomo ancora steso a terra, e appariva decisamente alterato, a causa di un’eccessivo consumo di alcolici. Grazie anche alle videocamere di sorveglianza all’interno del locale non è stato difficile per i poliziotti ricostruire l’episodio, e l’uomo, che era privo di documenti, è stato accompagnato in Questura, dove è stato identificato come M.P., 48 anni, cittadino italiano, ed è poi stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vicenza per Atti Osceni in luogo pubblico e sanzionato amministrativamente per manifesta ubriachezza.

Ruba una carta di credito, denunciato

Nel pomeriggio di sabato, gli Agenti della Squadra “Volanti” della Questura hanno denunciato in stato di libertà un trentottenne tunisino, H.S., pluripregiudicato per numerosi reati contro il patrimonio, violazione della legge sulle sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi improprie ed oggetti atti ad offendere. Una pattuglia delle volanti lo aveva notato durante la quotidiana attività di controllo del territorio, mentre, all’interno dell’area verde di Campo Marzio, tentava di nascondersi alla loro vista e proprio per questo lo hanno fermato. L’uomo, invitato a mostrare il contenuto delle nelle tasche dei pantaloni e della felpa, ha consegnato ai poliziotti una carta di debito “Intesa San Paolo” intestata a un cittadino italiano, un coltello a serramanico della lunghezza totale di 18cm, due involucri di cellophane trasparente con all’interno una sostanza risultante poi essere 0,11 gr di cocaina, due involucri di cellophane trasparente con all’interno sostanza solida di colore marrone risultante poi essere 0.50 gr. di hashish, e quattro pacchetti sigillati di sigarette.

Giunti in Questura gli Agenti di Polizia hanno contattato l’intestatario del Bancomat, il quale riferiva di non essersi ancora accorto dell’assenza della carta ma di avere notato delle spese, nell’arco di quella mattinata, da lui non sostenute, dichiarando anche di volere procedere alla querela secondo norma di legge.

H.S. è stato dunque accompagnato in Questura, e dopo essere stato fotosegnalato, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica per indebito utilizzo di carta Bancomat e porto abusivo di armi atte ad offendere, nonché, in parallelo, segnalato alla Prefettura quale uso di stupefacenti.

Ruba una bici durante il Giro d’Italia

Clandestino al Commissariato di Polizia di Bassano cassola arrestato
Commissariato di P.S. di Bassano del Grappa

Nella serata di sabato gli Agenti del Commissariato di P.S. di Bassano del Grappa (VI) hanno denunciato in stato di libertà F.J., 54enne cittadino italiano pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, residente a Bassano del Grappa, per il furto di una bicicletta. Vittima del furto, un appassionato di ciclismo che era giunto a Bassano per seguire l’arrivo della rappa del Giro d’Italia Alpago-Bassano del Grappa, che aveva appoggiato ad una vetrina la bicicletta da corsa del valore di 5000 euro e poi non l’aveva più trovata. Subito dopo la denuncia, gli Agenti, dopo alcuni accertamenti e attraverso le immagini dell’impianto di videosorveglianza della centrale operativa della Polizia Locale di Bassano del Grappa, sono riusciti ad individuare un uomo che si allontanava prima con il velocipede prima spingendolo a mano e poi in sella allo stesso. I poliziotti, identificato in F.J. l’autore del furto, hanno perquisito la sua abitazione ove hanno trovato la bicicletta in parte già smontata. L’uomo ha ammesso di aver compiuto il furto ed è stato condotto presso gli Uffici del Commissariato di P.S., dove è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto.