Giochi olimpici e paralimpici Milano Cortina 2026: accordo energetico con Eni

633
giochi olimpici e paralimpici milano cortina 2026

La Fondazione Milano Cortina 2026 ed Eni annunciano di aver  firmato un accordo destinato a supportare i Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026. 

Lo sport è per Eni lingua universale e luogo di incontro tra diverse culture, strumento di  integrazione e simbolo di passione e perseveranza per raggiungere gli obiettivi. Le Olimpiadi e Paralimpiadi sono la massima espressione dello sport e dei suoi valori ed Eni ha scelto di  sostenerle, riconoscendone il ruolo strategico per tutta l’Italia, condividendone la visione  plurale, attenta all’inclusione delle diversità delle persone. 

Eni vuole essere leader della transizione energetica e si è posta l’obiettivo di raggiungere  entro il 2050 le zero emissioni nette GHG da processi industriali e prodotti grazie a una  concreta e articolata strategia di decarbonizzazione, e già oggi offre una varietà di prodotti, servizi e soluzioni decarbonizzati che metterà a disposizione della Fondazione. Quelli di  Milano Cortina 2026 saranno Giochi Olimpici e Paralimpici che abbracceranno territori e  culture diverse su un arco di 22 mila chilometri quadrati, in ottica di sostenibilità utilizzeranno  il 93% degli impianti già esistenti e sarà un’edizione vicina all’equilibrio di genere, con il  record di eventi femminili. 

Valori sinergici con quelli di Eni che, attraverso la partnership con il più grande evento che  l’Italia ospiterà nei prossimi vent’anni, vuole confermare il proprio impegno per il futuro del  Paese e per un’energia sempre più sostenibile, attraverso una transizione equa che crei  valore nel lungo termine e consenta a tutti di accedere a un’energia affidabile e più pulita,  contribuendo così a una maggiore salvaguardia dell’ambiente. 

“Le Olimpiadi Invernali 2026, a tre anni dall’avvio, hanno già parecchi primati – ha  commentato Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni – e sono tutti  in linea con i valori a cui ci ispiriamo. Dall’economia circolare, che ispira la scelta di  riutilizzare in maggior parte sedi già esistenti, all’impiego dei nostri biocarburanti fino al  nostro approccio alla diversità di genere e inclusione. Il nostro supporto sarà orientato a  rendere i Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026 più sostenibili”. 

“Siamo felici – ha dichiarato Giovanni Malagò, Presidente della Fondazione Milano  Cortina 2026 e del CONI – che un player come Eni abbia deciso di accompagnare la  Fondazione Milano Cortina 2026 abbracciando l’ambiziosa sfida di organizzare un’edizione  impeccabile dei Giochi. A tre anni dal 6 febbraio 2026, giorno di apertura delle Olimpiadi,  ecco un altro ingresso di valore nella nostra squadra e un’iniezione di energia nel percorso  verso un evento che ci metterà al centro dell’attenzione del mondo”.

Per Andrea Varnier, CEO della Fondazione Milano Cortina 2026, “Avere accanto un  partner come Eni rappresenta, per noi e per tutto il Paese, un attestato del grande interesse  e della grande attesa di tutti gli Italiani per i prossimi Giochi. Siamo orgogliosi di poter fare  squadra con una grande azienda, che sposa in pieno i nostri valori e investe lungo due  direttrici: quella della decarbonizzazione e quella della promozione dell’interesse nazionale.  Una comunione d’intenti perfetta verso lo stesso obiettivo”.