Guida in stato di ebbrezza nel Vicentino, controlli preventivi della Polstrada

396
guida in stato di ebbrezza

La Sezione della Polizia Stradale vicentina ha intensificato nei fine settimana i controlli contro la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. I servizi si sono svolti sia in ambito autostradale che lungo la viabilità ordinaria.

I conducenti sottoposti a controllo con precursore od etilometro durante tali servizi, sono stati più di 300. “Particolarmente significativa – informano dalla Questura di Vicenza – la notte dell’8 ottobre scorso, a seguito del servizio svolto tra Vicenza Ovest e Montecchio Maggiore.

In tale servizio, svolto in fascia notturna da mezzanotte alle 6 del mattino, sono stati accertati 5 conducenti tutti sopra i limiti legali, pertanto sono state ritirate 5 patenti su 5 veicoli controllati.

Sempre nell’ambito dello stesso servizio, una persona è stata denunciata per falsificazione della carta di circolazione, con conseguente sequestro della stessa.

Da ultimo, un conducente, per sottrarsi al controllo di Polizia, ha tentato la fuga causando poi un incidente stradale. L’autista, prontamente bloccato dagli operatori, aveva un tasso alcolemico di 1.36 g/l, pertanto ha subito la sospensione del documento ed inoltre è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nel corso dei servizi sono stati anche segnalati tre conducenti neopatentati (per i quali il valore deve essere di 0 g/l) per aver assunto alcolici prima di porsi alla guida”.

Nelle operazioni contro la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state impiegate più pattuglie che hanno posto sotto osservazione tutta la provincia di Vicenza.

La Polizia Stradale sarà impegnata anche per le prossime tre settimane in tutto il territorio nazionale in una corposa attività preventiva che si concluderà il 19 novembre 2023, Giornata in memoria delle vittime della strada

In particolare, la Polizia Stradale presidierà le diverse province italiane insieme ai medici della Polizia di Stato con l’obiettivo di scoraggiare e prevenire la guida in stato di ebrezza che continua a rappresentare una delle principali cause di incidentalità. Sul punto i dati Istat riferiti al 2022 evidenziano un andamento abbastanza piatto. In sostanza non si rileva una verticalizzazione verso il basso del dato numerico degli incidenti. Anche l’andamento per l’anno 2023 si conferma senza particolari variazioni.