Sabato prossimo a Monte Berico si tiene una veglia diocesana sulla custodia del creato, con la presenza del vescovo Beniamino Pizziol e di tutte le Chiese presenti nel vicentino. Nella locandina dell’evento si parla esplicitamente di “transizione ecologica”. Non solo gli studenti quindi in piazza a protestare contro i cambiamenti climatici. Venerdì 24 infatti ci sarà lo sciopero del clima organizzato dal movimento Fridays for Future. Sabato 25 invece ci sarà una veglia a Monte Berico.

“Raramente si è avuto nel mondo un allarme unanime sulla situazione drammatica in cui si trova il pianeta per la sopravvivenza, a causa del surriscaldamento globale. Dai giovani agli organismi internazionali si paragona la situazione attuale al coronavirus – si legge in un comunicato di don Giuseppe Dal Ferro, delegato diocesano per l’ecumenismo -. Da sedici anni le Chiese Ortodossa, Cattolica ed Evangelica indicono comuni preghiere nel mese di settembre per una nuova coscienza ecologica e per una responsabilità di tutti per nuovi stili di vita. In questo quadro si colloca la veglia ecumenica di Monte Berico, programmata sabato 25 settembre alle ore 20.30, la quale vede riunite le chiese cristiane del vicentino con il vescovo diocesano Beniamino Pizziol”.

veglia a Monte Berico locandina
veglia a Monte Berico locandina

“Tema dell’incontro è “Camminare in una via nuova: la transazione ecologica per la cura della vita”. Il vescovo introduce la veglia. Segue la richiesta di perdono per l’attuale comportamento irresponsabile nei confronti del creato, introdotta dal presbitero Cristian Manasturean della chiesa ortodossa rumena. Il terzo momento è imperniato sulla lettura del Levitico relativo al rispetto dei ritmi della Terra, voluti da Dio. Una riflessione è quindi presentata dal pastore Davide Ollearo della chiesa evangelica metodista. L’ultima parte della veglia è dedicata alla individuazione delle forme concrete, possibili per l’impegno, ed è guidata da don Matteo Zorzanello, responsabile diocesano della pastorale sociale. Nel momento conclusivo è previsto un intervento di preghiera del pastore evangelico Ten. Coll. John David Hubbs della Caserma Ederle di Vicenza. Alla celebrazione saranno presenti anche gli altri pastori ortodossi rumeni Roman Ionascu e Cristian Glavan, ortodossi moldavi Veniamin Onu e Alexei Longhin, ortodosso serbo Dalibor Djukic. La celebrazione è programmata in presenza con la collaborazione del priore di Monte Berico Carlo Rossato, ed è trasmessa da TeleChiara, Radio Oreb e nel canale YouTube della Diocesi”.