Ieg, oltre 700 brand espositori per Vicenzaoro September: sold out community Icon

IEG Vicenzaoro
IEG Vicenzaoro
- Pubblicità -

Saranno oltre 700 i brand espositori sul palcoscenico di Vicenzaoro September 2021. Sold out la community ICON che ospiterà i Luxury Brand più prestigiosi della manifestazione internazionale di riferimento per il mondo orafo e gioielliero organizzata da IEG – Italian Exhibition Group, società nata dalla fusione delle fiere di Rimini e Vicenza, in programma a Vicenza dal 10 al 14 settembre.

Un’occasione unica e imperdibile per presentare in anteprima assoluta tutte le ultime novità e le tendenze del 2021 come testimoniano le parole di Jerome Favier, CEO di Damiani Group “Attendiamo Vicenzaoro perché è l’occasione per mostrare i nostri gioielli a nuovi potenziali buyer internazionali e alla stampa di settore. Un incontro in presenza atteso e dal grande valore relazionale e di business”.

Dalla maison Damiani, una storia di famiglia italiana fortemente legata alla tradizione e alla passione per l’arte orafa, che si concretizza in capolavori dallo stile moderno e innovativo, arriveranno scintillanti prime visioni. Verranno presentate per il marchio Damiani le novità della collezione Minou caratterizzate dai tagli goccia, smeraldo e cuore e dall’iconica montatura a 6 griffe che enfatizza la luminosità del diamante. Inoltre, andrà in scena un’interpretazione esclusiva di un’altra collezione molto amata dal grande pubblico, la parure Mimosa in oro bianco, diamanti e cammeo sardonico: tre pezzi di sublime bellezza capaci di affascinare e catturare lo sguardo ma anche esprimere, attraverso lavorazioni complesse, la cultura del gioiello che la maison custodisce e tramanda da oltre cent’anni. In esposizione anche il marchio SALVINI, punta d’eccellenza della gioielleria contemporanea, che presenta le novità della collezione Link: gioielli in oro e diamanti che esprimono attraverso un legame audace, unione, personalità e carattere, e BLISS che propone nuovi preziosi colori grazie a rubini, zaffiri e diamanti che arricchiranno le collezioni Rugiada e Regal. “Dal 10 al 14 Settembre, nella Hall 1 allo stand 220 – continua Favier – gli appassionati di gioielleria, accompagnati dal nostro personale altamente specializzato, potranno scoprire queste novità e le nostre creazioni iconiche tra le quali Belle Epoque, Margherita e D.Side di Damiani; I Segni, Magia e Battito di Salvini ed infine Lumina, Elisir e Sole di Bliss. Immancabili anche i diamanti CALDERONI e le creazioni VENINI”.

Tra i grandi anche Roberto Coin, brand sempre impegnato a scovare nuove sorgenti di ispirazione tra le innumerevoli suggestioni dal mondo. Un marchio imprescindibile a Vicenzaoro che rende ogni sua creazione il risultato di un percorso entusiasmante, un viaggio tra culture e contaminazioni multietniche, attraverso la natura, in equilibrio tra passato e futuro. I suoi gioielli raccontano una storia sempre diversa, che li avvolge con un allure inconfondibile di unicità e identità stilistica.

Non potrà mancare Fope, il cui tratto distintivo, le catene a maglia d’oro flessibili grazie a una innovazione brevettata di piccole molle, è ormai famoso e iconico riconosciuto in tutto il mondo e con creazioni frutto del sapiente connubio tra perizia artigianale e alta tecnologia.
E ancora l’alta gioielleria di Crivelli che con gli accostamenti cromatici di pietre preziose, le superfici vestite di finiture ricercate, i vivaci scintillii che impreziosiscono anche spazi nascosti con texture sorprendenti rivela la capacità di rielaborare lo stile classico in molteplici varianti.

Nell’edizione settembrina di Vicenzaoro poi occhi puntati sull’Uovo del Centenario di Fabergè, una straordinaria creazione, unica nel suo genere, che commemora i 100 anni dalla scomparsa di Peter Carl Fabergé; realizzato a mano in oro giallo, pesa ben 10 kg e si ispira al primo uovo imperiale del 1885.

Tra gli stand di ICON Gismondi 1754, storico marchio genovese oggi quotato in Borsa, che combina magnificamente l’eccellente manifattura tradizionale di famiglia con l’entusiasmo e la passione del più giovane discendente, Massimo.

Si susseguiranno poi gli scintilli dei gioielli di Annamaria Cammilli, il brand che da 35 anni si rinnova senza mai tradirsi, grazie a un’impeccabile combinazione di estro, tecnica e innovazione, rivolto una donna moderna, emancipata, che ama decidere come sentirsi unica in ogni occasione. Nanis che propone una nuova idea di donna, libera, contemporanea, di classe e alla ricerca di uno stile capace di esprimerla davvero con gioielli non solo di classe, ma anche incredibilmente versatili e leggeri.

L’attenzione al colore, al romanticismo e al carattere è evidente, invece, nei gioielli di Giovanni Ferraris, che dà origine a collezioni eclettiche, preferendo l’estro dell’originalità ai gusti basic.

Il distretto orafo di Valenza trova eccezionale rappresentanza con Davite & Delucchi, Vendorafa e Picchiotti, punti di riferimento internazionale della gioielleria italiana, grazie a design sofisticati e un’impeccabile scelta delle materie prime. Esemplari unici e irripetibili, prendono vita grazie a una sinergia di abilità manuale, tecnologia e, soprattutto, inestimabili attimi di ispirazione.

Il respiro internazionale di Vicenzaoro si riconferma con la maison tedesca Stenzhorn, con l’olandese Tirisi e si spinge in Libano con la maison Yeprem specializzata nell’alta gioielleria a base di diamanti e dalle grandi dimensioni. Per una donna rock e un po’ “Bong girl” il brand francese Akillis è invece un punto di riferimento per chi ama un design aggressivo, fuori dagli schemi. Spazio infine alle creazioni originali di perle con i brand Yoko London, che esplora lo spettro completo delle colorazioni come il rosa, il viola, l’oro e il grigio scuro di Tahiti utilizzando solo sfere di grande qualità non trattate e London Pearls.

-Pubblicità-