Il Giornale di Vicenza con L’Arena e Bresciaoggi lascia propria tipografia SEA per esterna CSQ. Athesis: “Necessità di risparmi”

1679
Il Giornale di Vicenza (Athesis)
Il Giornale di Vicenza (Athesis) "esce" da rotativa

Con una decisione motivata (si legge su PrimaOnline a firma di Cristiano Draghi) dalla “pressante necessità di trovare nuove fonti di risparmio per reggere ad una turbolenza mai tanto forte per tutto il settore”, il gruppo Athesis cambierà per la prima volta nella sua storia il fornitore per la stampa dei suoi quotidiani L’Arena, Il Giornale di Vicenza e Bresciaoggi, optando, come spiegano fonti della casa editrice, “per una soluzione meno onerosa rispetto a quella attualmente offerta dalla compartecipata Società Editrice Arena SPA”, la società di stampa che opera dallo stabilimento di Caselle di Sommacampagna.

Nelle scorse settimane è stata così comunicata ai sindacati poligrafici l’intenzione, a partire dal 1° luglio 2023, di stampare i tre quotidiani presso la società di stampa CSQ di Erbusco (Brescia) con la quale è stata siglato un preaccordo vincolante che sarà perfezionato entro il gennaio del 2023. Contestualmente Athesis ha informato i sindacati di avere dato disdetta del contratto in essere con SEA, con effetto al 30 giugno dell’anno prossimo e ha anticipato che, se dovesse rendersi necessario tra passaggi al nuovo stampatore e posizioni che resteranno vacanti nel gruppo a seguito di un pacchetto di prepensionamenti appena approvati, ci saranno le condizioni per il riassorbimento dei 12 dipendenti attualmente in forza a Società Editrice Arena.

Nel frattempo, Athesis ha anche ridisegnato la prima linea del suo management. In particolare, è stata creata una nuova grande area, chiamata Operations, che sotto la responsabilità di Stefano Bigarelli andrà a riunire una serie di funzioni operative: Produzione quotidiani, Prestampa quotidiani, Ufficio grafico commerciale, Ufficio traffico, Ufficio Diffusione e Logistica, Editorial Operations.

Una seconda modifica organizzativa riguarda l’area IT e Sistemi informativi, che sarà unificata sotto la responsabilità di Michele Manzato, che ora supervisionerà anche i Sistemi editoriali.

La terza variazione organizzativa riguarda la creazione di una nuova area Acquisti e Building Management guidata da  Paolo Ciapetti ed in cui confluirà il personale che nelle diverse sedi del gruppo si occupa di facility management, segreteria delle direzioni editoriali, servizi di centralino e reception.