Il Suem 118 di Venezia in azione anche nella tempesta, arrivano i ringraziamenti di Zaia

807
Suem 118 venezia barche maltempo

Il Suem 118 di Venezia in una (stra)ordinaria giornata di maltempo. Una immagine che vale più di tante parole.

Gli operatori hanno svolto il loro servizio di soccorso medico anche nelle fasi più concitate della giornata di ieri con le condizioni meteo che hanno messo in difficoltà tutta la regione e in particolar modo il litorale Veneto (leggi qui).

Eppure, in occasioni come queste, è possibile trovare parole per descrivere quanto avvenuto, come quelle di Sara Lunetta, operatrice proprio del Suem 118 Venezia, espresse sui social network.

Suem 118 venezia barche maltempo

Questa è la mia barca stamattina (ieri, ndr) ripresa da un giornalista e come la mia anche tutte le altre hanno viaggiato in queste condizioni estreme. I colleghi del pomeriggio stanno ancora continuando – scriveva ieri -.

Un elogio a tutti gli equipaggi e soprattutto ai nostri piloti che si sono assunti delle responsabilità enormi, ma che hanno sempre portato pazienti ed equipaggi a destinazione. Grandi ragazzi”.

Gesti quotidiani, insomma, compiuti anche nelle condizioni più difficili come quelle di ieri e che sono valse anche l’apprezzamento del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, che così commenta la difficile giornata di ieri del Suem 118 di Venezia diretto dal dottor Andrea Paternoster. 

“Desidero fare i miei complimenti al personale del Suem 118 di Venezia che ieri, nonostante le condizioni proibitive della laguna, tra raffiche di vento e onde, è riuscito a portare a termine tutte le missioni richieste: ben 41 interventi di cui due codici rossi, 12 gialli e 27 verdi.

Grazie alle donne e agli uomini del Suem 118 – prosegue Zaia – che nonostante le difficoltà sono saliti sulle idroambulanze e hanno garantito come ogni giorno l’assistenza a chi ne aveva bisogno senza tirarsi indietro davanti alla laguna in tempesta.

Quelle di ieri sono state condizioni meteo al limite e per questo desidero fare i miei complimenti alle forze dell’ordine, ai piloti e marinai del trasporto pubblico e dei servizi di navigazione che nonostante la giornata hanno garantito ugualmente i collegamenti in laguna.

Un ringraziamento anche ai Vigili del Fuoco che hanno messo a disposizione una barca consentendo agli operatori sanitari di affrontare la laguna aperta e raggiungere Burano per un intervento”.