Demon X, imbarcazione vicentina, ha vinto nel weekend appena concluso l’XI edizione di ChioggiaVela, rassegna ideata dal Circolo Nautico Chioggia e dal Comune insieme a Pro Loco Chioggia Sottomarina e VelaVeneta, con il contributo della Regione del Veneto.

L’evento, a partire dal 3 settembre e nel corso di tre weekend, ha proposto sette eventi tra  regate e approfondimenti culturali che hanno voluto valorizzare e promuovere il mare e lo  sport della vela a z.

Al via per il Trofeo ChioggiaVela si sono presentate 41 imbarcazioni. Le condizioni meteo hanno disegnato un campo di regata particolarmente influenzato dalla perturbazione in arrivo, che ha anche costretto il comitato di regata a posticipare di una ventina di minuti la partenza in attesa che il vento si stabilizzasse da Nord Est con intensità tra i 3 ed i 4 nodi.

“La flotta ha regalato una delle edizioni più combattute di sempre – dicono gli organizzatori. Non sono infatti bastate le 2,5 miglia, a decretare il vincitore dell’undicesima edizione è stato l’ultimo metro del percorso, che ha visto prevalere per appena due secondi l’X-35 Demon X degli armatori Nicola Borgatello e Daniele Lombardo”.

A bordo dell’imbarcazione vicentina, oltre ai due armatori, anche Silvio Sambo nel ruolo di tattico, Stefano Campolongo e Paolo Rando.

Seconda la Melges 24 Adriatica di Damiano Desirò, vincitore della passata edizione. Terza posizione per Marinariello, il Farr 39 dell’armatrice bellunese Francesca De Bona.

“È stata una regata combattuta – ha detto il co-armatore di Demon X Nicola Borgatello -, ma allo stesso tempo anche un po’ fortunata. A fare la differenza sono stati certamente il  vento leggero, i salti di vento e la forte corrente. La nostra è una barca leggera che si  presta molto a questo tipo di condizioni e per questo siamo riusciti a venirne fuori al  meglio”.   

Questo il commento del presidente del Circolo Nautico Chioggia Corrado Perini: “Nonostante il vento sia stato il grande assente di queste edizione, è stata una delle più combattute sia per il Trofeo ChioggiaVela sia per Meteor al crepuscolo.

Quanto alle presenze, i numeri di quest’anno restano in linea con quelli delle edizioni precedenti, ma è indubbio che quest’anno il livello tecnico si sia notevolmente alzato e questo non ci può che far essere orgogliosi ed ottimisti per il futuro”.