In attesa degli “indori” per le vittime di BPVi, Veneto Banca & c. l’avv. Sergio Calvetti spazia tra processo penale, costituzioni di parte civile, sequestri, Intesa e Bankitalia…

- Pubblicità -

L’avv. Sergio Calvetti (Tlc Lawyers Calvetti & Partners di Treviso), con cui abbiamo polemizzato sul tema delle costituzioni di parte civile per i soci azzerati di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca (ne rappresenta 2400 per la prima ex banca e oltre 5.000 per la seconda), anche perché per qualche strano motivo non eravamo riusciti a metterci in contatto per verificare i nostri dubbi, mi si è presentato simpaticamente il 27 novembre scorso quando, unico giornalista invitato, ero presente all’incontro al Mef col sottosegretario Alessio Villarosa, per alcuni minuti supportato anche dal vice premier Matteo Salvini, delle associazioni e dei più importanti legali dei soci delle due banche in Lca e delle quattro risolte interessate alla legge in via di definizione a loro indispensabile, sia pur postuma, tutela.


Mi si è avvicinato Calvetti e mi ha detto con un sorriso sornione ma occhi taglienti: “Sono l’avvocato che lei sta massacrando…“. Facile capirci allora, inter pares, sul perché della mancanza di contatti precedenti (un equivoco), ovvio incontrarlo a Treviso, in cui sono tanti in effetti i professionisti al lavoro intorno ai faldoni processuali che riempiono uno stanzone al piano terra di uno studio su più piani, piacevole chiacchierare anche di “estetica” con lui, che ha un figlio ad Hollywood (io… due in Usa…) e che con me e con un neo espressionista romano, B.Zarro, arrivato lì per un prossimo evento culturale, ha “gustato” al Mangione una rustica zuppa di fagioli e radicchio prima di una mezza porzione di pollo in tecia col contorno di una… ammiccante fanciulla che definire cameriera mi sembra limitativo (lo dico io che non sono certo un giudice di X Factor ma che, almeno, non avevo bevuto a differenza degli altri due, comunque parchi, commensali).

A pranzo, tornando a cose… serie, abbiamo scoperto, io e Calvetti, che entrambi tifiamo Napoli, per cui il “confronto” e qualche sopravvissuta beccata precedente si sono stemperate, scherzi a parte, in un dialogo sempre più aperto e costruttivo, che oggi mettiamo a disposizione dei lettori perché abbiamo ospitato noi questa volta l’avv. Calvetti in redazione da noi a Vicenza per saperne di più di costituzioni di parte civile, di processo penale, di sequestri, di azioni di responsabilità e, quindi e soprattutto, in attesa che il governo e il parlamento mettano nero su bianco la formulazione finale dell’articolo 38 capo III della legge di bilancio che promette giustizia, di come e da chi recuperare i denari dei risparmiatori.

Calvetti nel nostro video esclusivo, dice, con noi concordi, anche  Intesa Sanpaolo e Banca d’Italia

È da vedere e ascoltare tutto il video, che è il nostro solito contributo all’informazione più ampia possibile (abbiamo iniziato per la BPVi e non solo il 13 agosto 2010), perché di una cosa ci siamo convinti nei nostri tre incontri con Calvetti, a Roma, Treviso e  Vicenza: polemiche reciproche a parte, tutte per i soci ci siamo riconosciuti, la competenza di avvocati come lui, che non a caso ha spalleggiato nel recente passato e ora anche al Mef i suggerimenti  del prof. Rodolfo Bettiol per gli “indori“, indennizzi o ristori che siano purché… siano, può solo essere utile a scegliere la strada migliore per ogni singolo e particolare caso delle centinaia di migliaia di risparmiatori traditi.

Da una pessima informazione, ora è lui a concordare con noi, non solo delle due banche ma anche dei media amici.

Ovvio, quindi, approfittare di una sua prefazione tecnica al nostro prossimo volume sull’azione di responsabilità in arrivo per i danni subiti dai soci della BPVi che si sono fidati di direttori, presidenti e amministratori di una banca infida.  

-Pubblicità-
Ho il piacere e l'onore di dirigere questa testata. Dopo un'iniziale esperienza come ricercatore volontario universitario (1976-77) e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (1976-78) ho maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore delle telecomunicazioni e dell'informatica (1978-1993), ho ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi mi sono occupato di marketing e gestione sportiva (volley) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, per poi concentrarmi direttamente dal 2008 sulle edizioni giornalistiche(VicenzaPiù.com, da me fondata nel 2006, ora ViPiu.it, Bankileaks.com, LaPiù.Tv e LaltraVicenza.it). La testata web, nata come settimanale cartaceo nel 2006, è da sempre un quotidiano web di approfondimenti su informazioni e di libere opinioni su Veneto (focus Vicenza), Nord est, Roma (Lazio), Latina con Riviera di Ulisse e Italia con uno sguardo su Europa e mondo. Sono giornalista professionista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio