Intesa Sanpaolo e Bluenergy insieme per sostenere le PMI della filiera

561
Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo e Bluenergy, società di multiservizi energetici, hanno siglato un accordo destinato a favorire le imprese fornitrici appartenenti alla filiera dell’azienda, che ha sede a Udine ed è presente con oltre 50 punti vendita in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte e Liguria. 

L’accordo, che rientra nel Programma Sviluppo Filiere della banca, ha l’obiettivo di sostenere le oltre 40 piccole e medie imprese legate alla filiera di fornitura agevolandone l’accesso al credito, in particolare per investimenti rivolti alla transizione sostenibile rispondente ai criteri ESG. 

Questo accordo va a rafforzare la collaborazione tra Intesa Sanpaolo e Bluenergy aggiungendosi al finanziamento green di 7 milioni di euro, alla sottoscrizione di una polizza collettiva della Divisione Insurance di Intesa Sanpaolo per la tutela della salute dei suoi dipendenti, e al recente accordo per la ricessione dei crediti fiscali secondo gli indirizzi definiti dall’attuale normativa; tutte iniziative che confermano l’attenzione dell’azienda per le imprese, per le famiglie e per il territorio in cui l’impresa opera. 

“La collaborazione con Intesa Sanpaolo – spiega Alberta Gervasio, Amministratore  Delegato di Bluenergy Group – è improntata al sostegno della filiera dei fornitori, centrali nella nostra strategia proprio per l’importanza che attribuiamo al territorio e alla competenza e professionalità dei  nostri partner. In questa direzione va anche l’accordo sulla ricessione di crediti fiscali, un modo efficace per rispondere alle necessità delle aziende e delle persone ed incentiva la crescita del mercato attraverso il  corretto, efficiente ed equilibrato utilizzo delle risorse pubbliche.  

Come azienda del territorio abbiamo scelto di rispondere prontamente per  dare concretezza a un’esigenza contingente degli operatori economici. Riteniamo che la nostra azione  rappresenti un modo concreto di fare squadra tra operatori nell’ottica di favorire lo sviluppo economico di  tutti gli attori del territorio. Il nostro desiderio è quello di continuare a essere un partner specializzato che  possa seguire tutti gli step dei lavori dalla progettazione alle pratiche amministrative, garantendo qualità e  trasparenza sia sotto il profilo tecnico che finanziario”. 

L’appartenenza ad una filiera produttiva per noi è un elemento qualitativo importante, che agevola l’accesso  al credito da parte delle piccole imprese, grazie alla forza e alla solidità dei champions – dichiara Francesca  Nieddu, direttrice regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia Intesa Sanpaolo -.

Ad oggi sono oltre 207  mila le aziende nostre clienti del Nordest e, in questo territorio, abbiamo già attivato oltre 180 contratti di  filiera che coinvolgono circa 2.400 aziende fornitrici per un giro d’affari complessivo di circa 20 miliardi di  euro. Inoltre, abbiamo messo a punto un accordo di ricessione dei crediti fiscali secondo la normativa vigente, in cui la banca si riconosce pienamente, portando avanti l’impegno a sostegno del sistema economico su filoni strategici ad elevato impatto sociale”.