Isola vicentina, omaggio ai 150 anni in Mèrica: l’emigrazione italiana in Brasile

242
150 anni in merica

In occasione della celebrazione dei 150 anni delle Grandi Migrazioni Italo-Venete in Brasile, sabato 17 febbraio 2024 si darà inizio alla manifestazione 150 anni in Mèrica – L’emigrazione italiana in Brasile, promossa dal Comune di Isola Vicentina e dal Centro Studi Grandi Migrazioni, con il patrocinio della Regione del Veneto e della Provincia di Vicenza.

Alle 18, presso Villa Cerchiari di Isola Vicentina si terrà l’inaugurazione dell’esposizione fotografica “Viaggio di sola andata per la Mèrica”, visitabile fino al 16 marzo, che sarà presentata dall’architetto Gianluca Parise, vicepresidente del Centro Studi Grandi Migrazioni e dal dindaco Francesco Gonzo, in collegamento da remoto con la città gemella di Marau nello Stato del Rio Grande do Sul in Brasile.

L’esposizione fotografica permetterà di conoscere il passato, il presente e il futuro, dal 1870 ai giorni nostri, delle comunità italiane all’estero, attraverso un percorso iconografico alla scoperta della storia dei Veneti in Mèrica percorrendo quattro tematiche di approfondimento: le partenze e il viaggio; l’insediamento; le testimonianze; il presente e il futuro delle comunità italiane nel mondo.

Ogni sezione, accompagnata da letture e testimonianze dirette, sarà visitabile il 27 febbraio anche dalla scuola secondaria di primo grado della cittadina con una visita guidata dedicata alle classi terze per far conoscere la pagina straordinaria delle Grandi Migrazioni Storiche, che hanno interessato in modo significativo tutto il territorio regionale e nazionale negli utlimi 150 anni.

A concludere la kermesse, venerdì 15 marzo alle 20 si svolgerà la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a Elisangela Righellin e, a seguire, sarà presentata, alle 20 e 30, da Giorgia Miazzo, la conferenza La figura delle donne migranti nella storia dell’emigrazione italo-veneta, per celebrare la figura della donna nel processo di insediamento e stabilizzazione delle comunità italiane in Brasile, che contano 30 milioni di discendenti oriundi e quasi 12 di origine veneta.