Joe Barone, aperta la camera ardente al Viola Park

274
joe Barone

È stata aperta alle 9 di questa mattina, al Viola Park, la camera ardente del direttore generale della Fiorentina Joe Barone, morto martedì 19 marzo al San Raffaele di Milano, dove era stato ricoverato in seguito a un malore accusato domenica scorsa poche ore prima del match con l’Atalanta.

La camera ardente di Barone, che proprio oggi avrebbe compiuto 58 anni, resterà aperta fino alle 21. Tra i primi ad arrivare il presidente Rocco Commisso, atterrato questa mattina all’alba da New York e subito andato a dare l’ultimo saluto all’amico e collaboratore di una vita. Presenti la famiglia, i dirigenti, allenatori, giocatori e dipendenti della società gigliata. I funerali a New York la prossima settimana.

Il direttore generale della Fiorentina è morto all’età di 57 anni dopo il malore accusato domenica a Bergamo. Il club viola perde un pilastro, il punto di riferimento e braccio destro del patron Rocco Commisso. Barone lascia la moglie Camilla, che lo ha seguito a Firenze, e quattro figli, Pietro, Salvatore, Giuseppe e Gabriella.

Giuseppe Barone, detto Joe, nasce a Pozzallo, ex provincia di Ragusa, il 20 marzo del 1966. All’età di 8 anni si trasferisce con la famiglia a Brooklyn. Dopo gli studi economici lavora in diversi istituti bancari ed è in questo periodo che incontra Commisso, che individua l’uomo a cui affidare incarichi operativi nell’azienda Mediacom. Il binomio rimane solidissimo anche nel calcio, dopo l’acquisto della Fiorentina nel 2019.

Barone arriva in viola dopo l’esperienza ai New York Cosmos, acquistati da Commisso nel 2017 e in cui ricopre il ruolo di vicepresidente. Dopo l’acquisto della Fiorentina Barone torna stabilmente in Italia e gestisce tutti i dossier più rilevanti per la proprietà, fino al gioiello finale del Viola Park, un preludio al sogno di Commisso ovvero il nuovo stadio della Fiorentina.

Barone è stato una figura molto amata dai tifosi viola, che a lui hanno dedicato svariati cori. Le qualità manageriali di Barone vengono riconosciute anche con il Premio Maestrelli per il suo lavoro nella stagione 2022-2023.

(Adnkronos) – sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)