La lite tra i bambini nel parco giochi si trasforma in lite tra i genitori, deve intervenire la Polizia di Stato

194
Volanti della questura intervengono per lite al parco e per furto

I bambini litigano e i genitori fanno peggio: è dovuto intervenire un equipaggio delle volanti della Questura di Vicenza ieri pomeriggio, verso le 17.45, nel parco pubblico di Via Adenauer, dove era stata segnalata una lite piuttosto vivace in atto tra varie persone.

Gli agenti, arrivati al parco, hanno constatato che a litigare con tanta veemenza da richiedere l’intervento delle forze dell’ordine erano due gruppi di genitori, in particolare due donne che si erano accapigliate, prendendosi anche a spintoni e pugni. Ciascuna delle due riteneva responsabile l’altra di una lite poco occorsa prima tra i loro figli all’interno del parco.

I poliziotti hanno separato le due donne e i rispettivi mariti, hanno informato i litiganti delle facoltà di legge e hanno cercato di tranquillizzare gli animi, riuscendo a ricondurre alla ragione i contendenti. È stata fatta intervenire anche un’ambulanza, in quanto entrambe le contendenti lamentavano di aver subito lesioni personali.

Si impossessa di generali alimentari in un supermercato, denunciato

Ancora un episodio ha richiesto l’intervento della Polizia di Stato nella giornata di ieri. Verso le 9.30 un equipaggio in servizio di Volante della Questura è intervenuto presso un supermercato della zona Est di Vicenza dove era stato segnalato un furto da parte di un individuo che si era dato alla fuga dopo essersi impossessato di varie confezioni di formaggio.

L’uomo era stato visto nell’atto di sottrarre dagli scaffali la merce da un addetto alla sicurezza. L’addetto lo ha redarguito e l’uomo lo ha strattonato, ha abbandonato il maltolto ed è fuggito, allontanandosi velocemente.

All’arrivo degli agenti si era già dileguato, facendo perdere le proprie tracce, tuttavia, dall’esame dell’impianto di videosorveglianza, i Poliziotti sono riusciti a riconoscere senza ombra di dubbio l’autore del fatto, che è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria.