“Le delusioni della speranza. Carlo Ludovico Ragghianti militante di un’Italia nuova”, di Andrea Becherucci per Biblion Edizioni

Le delusioni della speranza. Carlo Ludovico Ragghianti militante di un'Italia nuova
Le delusioni della speranza. Carlo Ludovico Ragghianti militante di un'Italia nuova
- Pubblicità -

Storico dell’arte per molti aspetti geniale e innovativo, Carlo Ludovico Ragghianti (1910-1987) è stato un protagonista a tutto tondo del “secolo breve”. A fianco dell’attività didattica e di ricerca ha coltivato una passione civile che lo ha portato a impegnarsi nell’antifascismo clandestino prima e nella Resistenza armata, poi. Tra i fondatori del Partito d’Azione, è presidente del Comitato toscano di Liberazione nazionale e fondatore delle Brigate Rosselli in Toscana. Terminata la guerra, è a fianco di Ferruccio Parri come Sottosegretario alla Pubblica istruzione con delega alle Belle Arti e allo Spettacolo. Nel febbraio 1946 abbandona il Pd’A e segue La Malfa e Parri aderendo al movimento della Democrazia repubblicana. Il dopoguerra lo vede presente nel dibattito politico e culturale con un impegno che culmina nell’esperienza della rivista «Criterio», ultima vera espressione dell’azionismo.

Le delusioni della speranza. Carlo Ludovico Ragghianti militante di un’Italia nuova” di Andrea Becherucci per Biblion Edizioni

Andrea Becherucci, storico e archivista, lavora presso gli Archivi Storici dell’Unione europea (Istituto universitario europeo) di Firenze. È autore di numerosi saggi e articoli riguardanti in particolare partiti ed esponenti dell’area laica e liberaldemocratica, la storia del Partito d’Azione, i rapporti tra politica e cultura, il federalismo europeo, la politica sociale europea. L’ultimo suo libro è L’Europa tra luci e ombre, Biblion edizioni, 2021.

 

-Pubblicità-
Fondato nel 2006, come VicenzaPiù, dal 2020 ViPiù, quotidiano web di approfondimenti su informazioni e di libere opinioni su Veneto (focus Vicenza), Nord est, Roma (Lazio), Latina con focus su Riviera di Ulisse e Monti aurunci, Italia e con uno sguardo su Europa e mondo