Letta a Vicenza per tirare la volata elettorale al Partito Democratico e al Centrosinistra oltre che a sé stesso visto che è candidato come capolista alla Camera nel collegio di Vicenza. Fitta agenda di impegni oggi, martedì 30 agosto 2022, con incontri nei comuni del Vicentino e confronto sui temi del mondo imprenditoriale e non solo.

Il Partito Democratico di Vicenza fa sapere che, “dopo il grande evento organizzato dal PD vicentino per l’inizio della campagna di lunedì a Torre di Quartesolo, oggi continuano gli incontri con Letta e gli attori principali del territorio: aziende, lavoratori, cooperative, cittadini e i sindaci del territorio.

Letta alle 9.00 sarà ad Arzignano con il distretto della concia per un confronto su PNRR per la transizione green nella produzione della pelle. Alle 10.30 incontrerà a Valdagno varie realtà partendo dal mercato per incontrare i cittadini, si dirigerà poi al giardino dell’IPAB Villa Serena assieme anche a RSA Fondazione Marzotto per discutere delle difficoltà legate alle case di riposo e alla carenza di personale e concluderà nella sede dell’ITS fashion sustainability manager per approntare i temi su formazione post diploma.

Alle 12.00 visita alla Crocco Spa, azienda degli imballaggi flessibili con forte ricerca di nuovi materiali sostenibili, con tema sui così energetici e transizione ecologica. Successivamente visiterà Recoaro, fresco borgo assegnatario in Veneto del bando Borghi.

Alle 16 sarà in visita a Pedemonte, all’azienda AGR Forge piccola startup siderurgica della vallata con 25 dipendenti che risente del forte aumento delle bollette. Alle 17.15 sarà a Zugliano insieme al sindaco Sandro Maculan che illustrerà il progetto della scuola che verrà demolita e ricostruita con fondi del PNRR e poi si sposterà a Lugo nella storica Villa Godi Malinverni (Palladio) patrimonio Unesco che ha partecipato e vinto il bando Giardini storici, ma la caduta del Governo ha fatto sì di ritrovarsi in difficoltà non avendo più risposte su come i lavori legati al bando dovremmo procedere”.

I dem locali commentano: “Si parlerà di aiuti alle aziende energivore e le opportunità del PNRR per i vari settori produttivi, per i comuni e le cooperative sociali. Vogliamo dimostrare ai vicentini che metteremo sul campo tutte le nostre forze e le migliori competenze del nostro segretario nazionale e dei nostri candidati, per rappresentare al meglio il nostro territorio che da tempo è disilluso dalle promesse leghiste riguardo al federalismo, agli aiuti alle aziende e al taglio del cuneo fiscale”.

Il Segretario Provinciale del Partito Democratico, Davide Giacomin, prosegue dicendo che “l’ascolto del territorio e la vicinanza alla popolazione da parte del PD non si fermerà in campagna elettorale: da mesi stiamo portando avanti questa idea e continueremo a farlo perché siamo convinti che la politica debba riavvicinarsi ai cittadini”.

A Torri di Quartesolo (Vicenza) Enrico Letta ha detto: “L’intervento sul caro-bollette dell’energia deve essere rapidissimo” con “un tetto a livello nazionale, disaccoppiando l’elettricità prodotta con il fossile, da quella con le rinnovabili”.