Il Lido di Venezia tra aspettative e realtà, una lingua di terra con una sua identità

Nell’immaginario collettivo il Lido di Venezia è un tutt’uno con la città del Leone di San Marco, ma la verità è che anche se per certi versi assomiglia a Venezia, non è Venezia. Innanzitutto il Lido è un comune a sé e se un tempo era “solo” una barriera naturale, oggi per i residenti è un compromesso tra la terraferma e la città storica. Raggiungibile da Chioggia o direttamente da Piazza San Marco in 15 minuti, la località si presenta con viali alberati, strade, piste ciclabili e marciapiedi alternati a splendide viste sulla laguna.

Inoltre il Lido veniva chiamato Isola d’oro nel primo decennio del secolo scorso per l’incredibile e lussuoso sviluppo del turismo di prestigio dell’epoca, che diede vita a una gran quantità di cantieri di costruzioni in stile Liberty come il Grand Hotel Ausonia & Hungaria. Anche per questo il Lido è unico e peculiare nella sua capacità di essere adatto sia alle famiglie che ad eventi esclusivi come il Festival del Cinema di Venezia.

Se durante l’inverno il Lido può passare inosservato è d’estate che esplode in tutta la propria potenzialità diventando il “mare” di Venezia e dei veneziani. Anche per merito del turismo locale il lido mantiene quindi la sua fisionomia e autenticità anche culturale. Una curiosità riguarda il fatto che la parola inglese “lido” per indicare nei paesi anglosassoni un’area di stabilimenti balneari è nata proprio in riferimento e in omaggio al Lido di Venezia.

Le spiagge del Lido

La particolarità delle spiagge locali sono le famose capanne, sostanzialmente delle grandi cabine spogliatoio con veranda esterna che i veneziani affittano durante la stagione estiva e condividono con parenti e amici. Le più affollate sono quelle nelle vicinanze del Gran viale mentre avvicinandosi alle bocche di porto si trovano le più selvagge e meno frequentate come gli Alberoni. L’acqua si è aggiudicata dal 2009 la bandiera blu e il fondale si inabissa dolcemente.

I murazzi del Lido

La parola “murazzi” è quasi sempre associata a Torino e indica gli approdi e le rimesse delle barche sul Po che portano questo nome. Tuttavia, i Murazzi (murassi in veneto) sono anche al Lido di Venezia; si tratta della diga in pietra d’Istria costruita dalla Repubblica di Venezia nel corso del 1700 per difendere la laguna dal problema dell’erosione del mare. Si trovano anche sull’isola di Pellestrina e nella località balneare di Sottomarina, sulla terraferma; la sezione del lido è lunga circa 5 km e si estende tra Ca’ Bianca e gli Alberoni. Non di rado capita che le persone preferiscano stendersi a prendere il sole sui murazzi anziché in spiaggia.

Il Palazzo del Cinema

Il Palazzo del Cinema del Lido di Venezia è il protagonista della Mostra del Cinema di Venezia, evento di settembre che il lido fa di tutto per tenersi stretto. All’interno è composto al suo interno un’imponente hall e quattro sale proiezioni (la più piccola da 48 posti, la più grande da più di mille posti). Il palazzo si affaccia su un’ampia piazza dove si sviluppa la passerella sulla quale le star protagoniste del festival sfilano in abito da sera. Il palazzo originario venne inaugurato il 10 agosto 1937 in occasione dell’apertura della quinta edizione del festival; fu più volte ampliato e ristrutturato. Nelle vicinanze anche il celebre cafè, punto di ristoro e di incontro per i vip.

Hotel Excelsior

Nelle vie principale si possono ammirare enormi ed eleganti Grand Hotel Lido Venezia e floreali Ville Liberty con linee dal design di lusso anni 20 e 30 del Novecento, quando queste spiagge erano affollate da ricchi e colti viaggiatori che trascorrevano lunghi mesi in questi sontuosi grandi alberghi. Lo storico Hotel Excelsior, in particolare è un 5 stelle ospitato in uno straordinario palazzo in stile veneziano direttamente affacciato sulla spiaggia. Voluto dal visionario imprenditore Nicolò Spada e progettato dall’architetto Giovanni Sardi, fu inaugurato nel 1908 con un party a cui parteciparono oltre 3000 ospiti. Negli anni Trenta ospitò le prime edizioni del festival del cinema di Venezia, e ancora oggi è uno dei luoghi chiave della rassegna, sede di incontri riservati agli addetti ai lavori e hotel preferito dai divi. l’arrivo all’hotel sull’acqua è uno degli scorci prediletti dai paparazzi.