L’opera pop “Turandot Dancing Queen” arriva sabato 11 giugno al teatro Astra di Vicenza grazie al sostegno dell’assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune, di Agsm Aim, Fineco Bank e Bdd Advisory. L’appuntamento chiuderà il tour che, dopo il debutto alla Gran Guardia di Verona con un doppio sold out, ha portato l’opera nei teatri di Trento, Desenzano e Mantova.

Lo spettacolo è stato realizzato dai compositori Alessandro Augusto Fusaro e Marcello Rossi Corradini, che l’hanno scritto con la voglia di avvicinare famiglie e nuove generazioni al teatro musicale e di sorprendere il pubblico con una produzione che unisce le caratteristiche dell’opera classica alle sonorità moderne. In scena ci saranno 50 persone tutte under 35 per un evento pop realizzato da giovani e rivolto in particolare alle nuove generazioni.

“È uno spettacolo innovativo – afferma l’assessore all’istruzione e alle politiche giovanili Cristina Tolio – che siamo felici di ospitare nella nostra città. Rileggere in chiave moderna la storia resa celebre dal maestro Puccini attraverso il linguaggio dei ragazzi è un’idea molto interessante che va incoraggiata e sostenuta anche per i messaggi attuali che contiene. Per gli under 18 ci sarà la possibilità di acquistare il biglietto ad un prezzo ridotto”.

“Con orgoglio sosteniamo questa iniziativa – considera il consigliere delegato alle politiche giovanili Jacopo Maltauro – nella convinzione che dare risposte alle associazioni e alle realtà giovanili del nostro territorio sia fondamentale per un’istituzione che vuole essere efficace nel supporto al tessuto associativo e attenta a tutte le opportunità rilevanti per i nostri giovani. E’ con piacere quindi che invito i ragazzi e anche i meno giovani ad assistere a questa occasione di approfondimento culturale e di promozione teatrale”.

Fusaro e Rossi sono professori di musica alle scuole superiori di Verona e il contatto quotidiano con i ragazzi ha alimentato la volontà di creare qualcosa di coinvolgente e moderno. Sul palco porteranno quindi un flusso continuo di musica originale che spazia dal pop-rock alla dance elettronica, dal rap al reggaeton fino al progressive sinfonico in una cornice di opera pop.

Da parte degli autori, inoltre, c’è anche la voglia di trasmettere messaggi positivi alle nuove generazioni, come l’amicizia, la musica quale veicolo di riscatto sociale, il rispetto per la donna e una riflessione profonda sulla violenza di genere.

Lo spettacolo, in due atti, durerà un’ora e quarantacinque minuti. Sul palco ci saranno sette cantanti protagonisti (Camilla Fascina, Turandot; Andrea Manganotto, Joy; Sara Ridolfi, Altair; Alex Fusaro, Hei; Carolina Della Villa Silva, Solair; Enrico Frigo, Hi; Piero Facci, Imperatore Altoum). A rappresentare il popolo di Pechino sarà la compagnia di danza del Musical Theatre Company e il Coro dell’Università di Verona diretto da Marcello Rossi Corradini. La regia dello spettacolo è a cura di Marco Martini e la coreografia di Justine Caenazzo.

I biglietti sono venduti online nella piattaforma oooh events oppure al teatro Astra il giorno dello spettacolo dalle 19.30. La promozione per gli under 18 prevede la vendita del biglietto a 12 euro al teatro Astra.

——
Fonte: L’opera pop “Turandot Dancing Queen” a Vicenza con il sostegno delle politiche giovanili , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza